A Mosca i passeggeri di un minibus del trasporto pubblico, allarmati per la loro incolumita’, hanno chiesto coi telefonini alla polizia di intervenire rapidamente per bloccare il loro autista che, sotto l’effetto della marijuana che fumava tranquillamente al volante, guidava in modo estremamente pericoloso, zigzagando sull’asfalto e invadendo la corsia di marcia opposta.

Come riferisce oggi il quotidiano Komsomolskaia Pravda, i passeggeri hanno notato il comportamento strano del’uomo, che scoppiava all’improvviso a ridere e faceva manovre brusche e spericolate. Quando nell’abitacolo si e’ sparso il fumo con l’odore acre e forte tipico dela marijuana, i passeggeri hanno capito che era meglio cercare di fermare l’autista. Hanno telefonato alla polizia, che e’ prontamente intervenuta bloccando il minibus impazzito.

L’autista e’ stato colto in flagrante mentre accendeva una nuova sigaretta di marijuana. Agli agenti l’uomo – un azero di 30 anni – ha detto di aver voluto provare per la prima volta il fumo della marijuana.