Nel 1994 a Certaldo (Fi) si svolse un convegno dedicato agli operatori di strada. Dai lavori di quei giorni nacque la Carta di Certaldo, documento fondativo del lavoro di strada in Italia. Per la prima volta si definiva una cornice metodologica condivisa per la progettazione, lo sviluppo e la valutazione del lavoro di strada (anche detto: di outreach, di bassa soglia o di prossimità).

25 anni dopo il Gruppo Abele e il Cat di Firenze promuovono, in collaborazione con CGIL e Cnca, un evento, dal 7 al 9 novembre 2019 a Firenze (via Pier Capponi 7), per rileggere e rilanciare il valore sociale, culturale e politico di un approccio che rovescia gli schemi classici della relazione (di aiuto e cura) tra professionista e utente. Una relazione meno asimmetrica e più dialettica. Capace di riconoscere, accanto ai saperi esperti, i saperi informali. Attenta a incontrare le persone nei loro luoghi di vita, senza attenderle nelle stanze degli ambulatori.
Parole come riduzione del danno, unità di strada, sono figlie di quella stagione. E oggi?
Le tre giornate di novembre vogliono offrire uno spazio di confronto e di dialogo fra operatori di prossimità, servizi sociali e sanitari, decisori politici e comunità locali. Attorno a quattro parole chiave:

1) la Città come caleidoscopio della strada; 
2) la Comunicazione
della strada tra urla e silenzi;
3) la Salute
della strada come salute della società;
4) il Diritto
e rovescio. Le contraddizioni tra giustizia e norma

Hanno già aderito all’evento l’associazione Avvocato di strada OnlusCivicozero, la cooperativa sociale Parsec, il Forum Droghe, Open Group, la cooperativa sociale Agorà e l’associazione Aliante.

Ogni sessione sarà aperta da un intervento di testimoni significativi e si evolverà nel confronto fra esperienze e pratiche selezionate fra quelle liberamente proposte dai partecipanti.
Prenderanno la parola, tra gli altri, Leopoldo Grosso, presidente onorario del Gruppo Abele, Stefano Bertoletti, C.A.T. Firenze; Agostino Petrillo, professore di Sociologia Urbana al Politecnico di Milano; Claudio Cippitelli, sociologo Coop Sociale Parsec; Stefano Vecchio, presidente Forum Droghe; Giuseppe Di Pino, operatore di Strada e Coordinamento Itardd; Marco Battini, Coop Centro Sociale Giovanni XXIII Reggio Emilia; Flavia Fratello, giornalista La7; Massimo Cirri, giornalista, Caterpillar, Rai Radio 2; Fabrizia Bagozzi, giornalista; la redazione di Animazione Sociale; Rosy Bindi, già ministro della Sanità e ministro per le Politiche della famiglia; Denise Amerini, CIGL Nazionale, Dipartimento Welfare, responsabile Dipendenze; Susanna Ronconi, ricercatrice e attivista, Forum Droghe; Edoardo Polidori, direttore UO Dipendenze Patologiche di Forlì e Rimini; Giovanni Maria Flick, già ministro della Giustizia; Simone Silvestri, magistrato; Antonio Mumolo, Avvocati di Strada; Maurizio Landini, segretario generale CIGL; Dario Nardella, sindaco di Firenze; Enrico Rossi, governatore della Regione Toscana; Riccardo De Facci, presidente nazionale CNCA; don Luigi Ciotti, presidente Gruppo Abele e Libera. Responsabile scientifico Lorenzo Camoletto, formatore Gruppo Abele e presidente Cnca Piemonte-Liguria.
Ma non solo: tutti coloro che pensano di poter portare contributi rilevanti relativi alla loro storia e/o al loro punto di osservazione son invitati a inviare un abstract, compilando il form on-line attraverso il seguente link (scaricabile qui la mini guida) entro il 18 ottobre 2019.
Saranno selezionati tre abstract che verranno presentati dagli autori nel panel della tematica relativa.
Per gli abstract più significativi fra quelli non selezionati sarà proposta l’esposizione come poster.

L’Associazione Gruppo Abele Onlus è ente accreditato per la formazione presso il MIUR, per cui la partecipazione al corso formativo da diritto ai crediti formativi per insegnanti.

cartadeldocente Il corso è accreditato per la Carta del Docente

 

 

Iscriviti

Invia un abstract

Apertura iscrizioni il 22 luglio 2019. Formula early bird: 45 euro per iscrizioni pervenute entro il
1° ottobre.
Prezzo pieno: 60 euro, per iscrizioni dal 1° ottobre in poi. L’iscrizione è obbligatoria.

Ai partecipanti al Convegno è riservata una tariffa scontata per l’abbonamento annuale alla rivista Animazione Sociale.
– Costo abbonamento privati: 40€ anziché 55€
– Costo abbonamento per enti pubblici, Associazioni, Cooperative: 60€ anziché 70€

Scarica i documenti

  • pdf Programma-certaldo-2019
    Scarica in formato pdf
    Aggiunto in data: 2 Agosto 2019 16:23 Dimensione del file: 417 KB Download: 70
  • pdf Locandina
    Scarica in formato pdf
    Aggiunto in data: 2 Agosto 2019 16:22 Dimensione del file: 487 KB Download: 37