Le tinture contenenti foglie di cannabis schiacciate hanno effetti anti-batterici contro lo Staphylococcus aureus resistente alla meticillina, conosciuto anche come MRSA, secondo i dati pubblicati nel Journal of Integrative Medicine. I ceppi del batterio MRSA sono spesso resistenti al trattamento antibiotico e possono essere associati a infezioni potenzialmente letali, come lo shock settico e la polmonite grave. Questo batterio sarebbe responsabile di 20.000 morti l’anno negli ospedali USA.

Un team di ricercatori indiani ha valutato le attività antimicrobiche degli estratti di foglie di cannabis, insieme agli estratti delle foglie delle piante Thuja orientalis (una forma di cipresso) e Psidium guajava (lemon guava), contro MRSA.

Gli autori hanno riferito che ciascuno dei singoli estratti inibiva la crescita di MRSA, ma che questi effetti erano più profondi quando la cannabis veniva usata in combinazione con Thuja orientalis. Hanno concluso che “l’estratto etanolico di C. sativa da solo e in combinazione con T. orientalis ha fornito due potenziali agenti terapeutici da utilizzare contro le infezioni da MRSA“.

Studi precedenti hanno dimostrato che i componenti della pianta di cannabis possiedono potenti proprietà antibatteriche e antimicotiche in grado di arrestare la diffusione di MRSA e malaria in condizioni controllate.

[Fonte NORML]