Giada Girelli. The death penalty for drug offences: populism against evidence

Dall’osservatorio di HRI: sono 35 i paesi in cui vige la pena di morte per reati drogacorrelati, tra il 2008 e il 2018 il 40% delle condanne a morte sono per reati di droga. Nel 2018 sono state eseguite 93 condanne in Cina, Iran, Singapore,  Vietnam e Arabia Saudita ( qui la maggior parte, 59). In tutto il mondo sono 7.000 le persone detenute nei bracci della morte per questi reati. Tuttavia tra il 2015 e il 2018 c’è stato un decremento delle esecuzioni, in ragione di alcune riforme nazionali, come in Iran, dove dal 2017 si è avuto un decremento nel numero di esecuzioni del 90% . Di contro il crescente populismo penale in alcuni paesi (Sri lanka, Bangladesch) rischia di vanificare questi cauti progressi.

Vedi in https://www.hri.global/death-penalty-drugs-2018