Tenu Avafia, United Nations Development Programme

La centralità dei dei diritti umani nelle politiche sulle droghe va assumendo una crescente importanza, sia nella valutazione delle politiche stesse, che nel garantire la loro connessione al più ampio ventaglio degli obiettivi dello Sviluppo Sostenibile 2030. Focus specifici su donne (che in molti paesi sono le più penalizzate e incarcerate per reati droga correlati) e accesso ai farmaci contro il dolore, che non è garantito in continenti come Africa, America Latina e Asia. Avafia rilancia lo sforzo compiuto da alcune agenzie ONU per promuovere un approccio Human Rights based nelle politiche globali sulle droghe anche grazie alle recenti International Guidelines on Human Rights and Drug Policy.
Vedi anche in https://www.humanrights-drugpolicy.org/

Sarah Belal, Justice Project Pakistan

Denuncia di una situazione poco nota, quella dei lavoratori pakistani migrati in Arabia Saudita che vengono perseguiti per reati drogacorrelati (per lo più spaccio, cui sono spesso costretti dai trafficanti). Dei 10 milioni di pakistani costretti a emigrare per trovare un lavoro, il 90% si trova nel Medio Oriente, in Arabia Saudita soprattutto, dove i pakistani detenuti sono 3400. I condannati a morte per reati drogacorrelati sono stati 30 nel 2018, e 15 nei soli primi tre mesi del
2019. L’associazione Justice Project Pakistan, che conduce una campagna di advocacy, difesa e tutela dei pakistani migranti incriminati, denuncia il totale disinteresse del Pakistan e gli interessi economici che lo legano all’Arabia Saudita.
Il sito: https://www.jpp.org.pk/