Oltre all’Oklahoma che andrà al voto sulla cannabis terapeutica questo 26 di giugno, gli elettori di altri tre stati – Michigan, Missouri e Utah – sono pronti a decidere in occasione delle elezioni generali di Novembre 2018 su analoghe iniziative di riforma delle politiche sulla cannabis, sia terapeutica che ricreativa. Recenti sondaggi effettuati inquegli stati hanno verificato che i quesiti hanno un forte sostegno da parte dell’opinione pubblica.

In Michigan un recente sondaggio dell’Institute for Public Policy and Social Research della Michigan State University ha rilevato che il 61% degli abitanti vogliono legalizzare la cannabis ad uso ricreativo, con un 34% di contrari e solo un 5% di indecisi. Fra tutte le questioni che saranno poste all’attenzione dei residenti del Michigan nelle elezioni del 2018, quella sulla marijuana è l’unica su cui il corpo elettorale pare avere un’opinion consolidate.

Nel Missouri, dove si voterà per la legalizzazione della cannabis terapeutica su prescrizione medica ed escludendo il suo fumo, un sondaggio di questo febbraio ha rilevato come il 77% degli elettori è favorevole in qualche modo al provvedimento. Il dato è suddiviso fra il 46% di molto favorevoli e il 31% di abbastanza favorevoli. Solo il 12% si oppone fermamente. Da notare come i favorevoli siano maggioranza anche fra gli elettori repubblicani (67% a 31%) e anche fra coloro che si considerano “molto conservatori” (65% di favorevoli). Addirittura la cannabis terapeutica non è materia di particolare scandalo fra i mormoni praticanti, pur in presenza di una presa di posizione contraria da parte dei loro leader religiosi. Il 66% si mostra infatti favorevole, nonostante la contrarietà dell’attuale capo della chiesa mormone, peraltro ex medico. La proposta è ben accolta dai cattolici (79% sì) e dai protestanti (favorevoli 81%), mentre per coloro che dichiarano di no n seguire alcuna religione è un plebiscito (98%).

Infine nello Utah, che ha dato giusto ieri il via libero definitivo alla consultazione referendaria con un intervento del vice Governatore un sondaggio del marzo scorso mostra come il 77% dei cittadini adulti dello stato erano a favore della legalizzazione della Marijuana medica