fedotov.jpgAbbiamo già segnalato ai nostri lettori la pubblicazione del Rapporto mondiale sulle droghe 2011 dell’Agenzia ad hoc delle Nazioni Unite (UNODC). Lo International Drug Policy Consortium (IDPC) ha ora pubblicato un lungo e articolato commento al rapporto mondiale (IDPC response to the UNODC 2011 World Drug Report).

A differenza degli anni precedenti, il WDR di quest’anno privilegia la raccolta di dati e l’analisi dei trend alle indicazioni politiche. Tuttavia – osserva IDPC –  la maggiore completezza e trasparenza dei dati  fa ancora di più risaltare  la loro scarsa affidabilità, dovuta alle differenze fra i vari paesi, sia di metodologia di raccolta che di trasmissione degli stessi.

Il documento di IDPC analizza anche il primo anno dello UNODC sotto la guida dI Yuri Fedotov col crescente ruolo assunto dalla Federazione Russa negli apparati delle agenzie ONU di controllo sulla droga. IDPC conclude esprimendo seri dubbi sulla effettiva capacità delle attuali politiche globali  di abbattere significativamente il mercato illegale delle droghe.

Collegamenti: