Dal mese di giugno Forum Droghe effettua un monitoraggio quotidiano sul sito del Dipartimento per le Politiche Antidroga, in attesa della relazione annuale al Parlamento sullo stato della dipendenze in Italia. Questo è lo strumento programmatico e di indirizzo per le politiche sulle droghe previsto dalla legge in vigore, il DPR 309/90, che all’articolo 131 pone l’obbligo di presentazione al Parlamento entro il 30 giugno di ogni anno.

“Sono passati 75 giorni dal termine di legge ed ancora la relazione annuale al Parlamento sulle droghe non è comparsa sul sito del Dipartimento” commenta Maria Stagnitta, Presidente di Forum Droghe. “In compenso sullo stesso sito compare una dichiarazione, assolutamente fuori contesto oltre che discutibile nel merito, del Ministro Fontana di commento alle parole di Michelle Bachelet, Alto commissario Onu per i diritti umani sui timori sul razzismo in Italia.”

“Si tratta di un uso personalistico ed assolutamente fuoriposto di un sito istituzionale” incalza Hassan Bassi, Segretario Nazionale di Forum Droghe. “La nostra sorpresa, oltre per il tema non certo inerente alle attività del Dipartimento Antidroga, riguarda l’utilizzo di un sito governativo, pagato con i soldi dei cittadini, per esternazioni di propaganda personale del Ministro.”

“Che fine ha fatto la relazione?” torna sul punto Leonardo Fiorentini, Direttore di Fuoriluogo.it. “E’ ancora chiusa nel cassetto del Ministro o si sta sciaquando insieme ai panni in Adige? Eppure ormai un mese fa il Ministro ha usato dati evidentemente provenienti da quel testo per un post sulla sua pagina privata su Facebook. Insomma il Ministro usa il sito del Dipartimento Antidroga per diffondere il proprio pensiero contro i “globalisti filo-immigrazionisti”, mentre usa i dati che per legge dovrebbe render noti da settimane ai Parlamentari ed ai cittadini per acchiappare like sulla proprio pagina Facebook. E’ cosa normale?”