Tempo di lettura: 3 minuti

Pubblichiamo la traduzione dell’introduzione dell’articolo di Russoniello K, Vakharia SP, Netherland J, et al. Decriminalization of drug possession in Oregon: Analysis and early lessons. Drug Science, Policy and Law. 2023;9. doi:10.1177/20503245231167407. L’ìntero articolo è scaricabile qui.

Nel novembre 2020, gli elettori dell’Oregon hanno approvato la Misura 110, un’iniziativa referendaria che ha depenalizzato il possesso di piccole quantità di tutte le droghe e ha stanziato centinaia di milioni di dollari all’anno per i servizi sanitari per le persone che fanno uso di droghe. L’attuazione della Misura 110 è in corso, ma nei primi due anni dall’approvazione del provvedimento si sono notati diversi effetti. Tra questi, una sostanziale diminuzione degli arresti per possesso di sostanze controllate e un’iniezione di fondi nei servizi di riduzione del danno che tradizionalmente non godevano di una fonte di finanziamento stabile. Questo documento analizza le disposizioni della Misura 110, esamina i suoi primi impatti, i successi e le sfide, e delinea le lezioni che le giurisdizioni che intendono depenalizzare il possesso di droga negli Stati Uniti e nel mondo dovrebbero prendere in considerazione.

Poiché sempre più persone considerano l’uso di sostanze come un problema di salute piuttosto che come un problema legale di natura penale, le politiche sulle droghe basate sulla criminalizzazione e sulla punizione hanno attirato un numero crescente di critiche in tutto il mondo. Il sostegno alla depenalizzazione – in cui il possesso di droga per uso personale rimane proibito ma non è soggetto a sanzioni penali – sta guadagnando terreno in modo significativo. In Portogallo il possesso di droga è stato depenalizzato da oltre vent’anni e il paese viene spesso citato come esempio di come la depenalizzazione del possesso di droga e l’investimento nei servizi sanitari possano produrre benefici significativi per la società, tra cui la riduzione dei tassi di trasmissione di malattie trasmissibili e di overdose e l’aumento della riduzione del danno e dell’utilizzo dei trattamenti (Slade, 2021). Nel 2018 le Nazioni Unite si sono impegnate a promuovere alternative alle risposte penali alle droghe, compresa la depenalizzazione (United Nations System Chief Executives Board for Coordination, 2019). Le principali organizzazioni di salute pubblica sostengono la depenalizzazione del possesso di droga, tra cui l’American Public Health Association e la Global Commission on Drug Policy (American Public Health Association, 2013; Drug Policy Alliance, 2017; Global Commission on Drug Policy, 2018).

Gli Stati Uniti sono riconosciuti a livello globale come il principale sostenitore della guerra alle droghe, arrestando ogni anno più persone per reati legati alla droga di qualsiasi altro Paese (Sunrise House, 2019). Tuttavia, singoli Stati USA si sono già allontanati da un approccio strettamente proibizionista. Ventuno Stati (ora 23, ndr) e il Distretto di Columbia, la capitale della nazione, hanno legalizzato il possesso di cannabis a scopo ricreativo da parte di adulti dai 21 anni in su, e molti altri hanno ampliato l’accesso terapeutico e/o depenalizzato il possesso personale della droga (Berke et al., 2022). Gli elettori dello Stato dell’Oregon hanno esteso la riforma della politica sulle droghe oltre la cannabis e hanno depenalizzato il possesso personale di tutte le droghe quando hanno approvato la misura 110, la legge sul trattamento e il recupero delle tossicodipendenze, nel novembre 2020 (misura 110 Drug Treatment and Recovery Act 2019 (Or.)). Questa riforma, prima nel suo genere negli Stati Uniti, elimina le sanzioni penali per il possesso di tutte le droghe entro certi limiti e investe centinaia di milioni di dollari in servizi sanitari per le persone che fanno uso di droghe. Recenti sondaggi mostrano che i due terzi dell’opinione pubblica americana sono favorevoli alla depenalizzazione, indicando che riforme come la Misura 110 in Oregon saranno probabilmente introdotte in altre giurisdizioni statunitensi (American Civil Liberties Union, 2021; Dandekar, 2022). Mentre l’attuazione della misura 110 è in corso, seguire questo cambiamento monumentale aiuterà a informare la politica sulle droghe sia negli Stati Uniti che a livello globale.

Questo documento riassume la criminalizzazione del possesso di droga negli Stati Uniti, analizza le principali disposizioni della Misura 110 ed esplora i primi impatti, i successi e le sfide dell’attuazione. Il documento si concluderà con le lezioni tratte dall’esperienza dell’Oregon fino ad ora e su come queste possano informare le future politiche sulle droghe.

Scarica i documenti

  • pdf 20503245231167407
    Decriminalization of drug possession in Oregon: Analysis and early lessons
    Aggiunto in data: 7 Agosto 2023 18:38 Dimensione del file: 1 MB Download: 84
  • pdf 044text
    Measure 110 in formato pdf (in inglese)
    Aggiunto in data: 7 Agosto 2023 18:38 Dimensione del file: 181 KB Download: 66