Pur essendo praticata da oltre 20 anni dagli operatori sociali e sanitari che si occupano di tossicodipendenza, solo dallo scorso anno in Italia la Riduzione del Danno (politiche, programmi e prassi che mirano a ridurre i danni correlati all’uso di sostanze psicoattive in persone che non sono in grado o che non vogliono smettere di assumere droga) è entrata a far parte dei Livelli Essenziali di Assistenza in ambito sanitario.

La Riduzione del Danno salva vite umane (1566 morti per overdose nel 1996, 266 nel 2016) e comporta benefici per il benessere della popolazione con interventi a basso costo ed elevato impatto sulla salute, individuale e collettiva. Ma nonostante l’ingresso tra i Lea, l’applicazione in Italia è fortemente disomogenea da una Regione all’altra.

Il quadro nazionale non aiuta: un Piano nazionale sulle droghe fermo al 2010, che non cita la RdD, una Conferenza nazionale che non viene convocata dal 2009, l’assenza di Linee guida nazionali sulla RdD.

In questa situazione, nel corso degli anni, operatori e organizzazioni della società civile hanno continuato ad attivarsi, non si è mai interrotto il movimento plurale che si è mobilitato per la promozione della RdD come approccio al fenomeno dei consumi, e per la difesa e la necessaria innovazione dei sistemi di intervento.

Allo stesso modo non si è interrotto il dialogo con le Regioni attive sulla RdD, restando anzi un terreno di confronto e collaborazione concreta anche quando il contesto nazionale appariva stagnante.

Ora, nel momento in cui i LEA della RdD sono vigenti e dovrebbero, una volta declinati e articolati, “andare a regime” in tutte le Regioni, rilanciare questo dialogo appare urgente e necessario.

Per questo motivo il 14 giugno al Centro Congressi dell’Ospedale Molinette di Torino è stata organizzata una giornata di confronto, aggiornamento e informazione, promossa da Regione Piemonte – Assessorato alla Sanità e dalle Associazioni attive per la promozione della RDD: Antigone, CGIL Nazionale, CGIL Funzione Pubblica, Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, COBS – Coordinamento Operatori servizi a Bassa Soglia del Piemonte, CNCA-Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza, Comunità San Benedetto al Porto, Forum Droghe Onlus, Gruppo Abele, Isola di Arran, ITARDD – Rete Italiana Riduzione del Danno, Legacoopsociali, LILA -Lega Italiana per la Lotta contro l’AIDS, Plus Onlus – la Società della Ragione Onlus.

Saremmo lieti della vostra presenza per aiutarci ad approfondire il dibattito e promuovere i contenuti della giornata attraverso i vostri canali di comunicazione.

Con il sostegno dell’iniziativa europea Civil Society Involvement in Drug Policy (co-finanziata dall’Unione Europea)

INFORMAZIONI
Progetto CSI-DP (Forum Droghe e Lila)
cel. 333 6969731

ACCREDITI
Ufficio stampa Gruppo Abele
cel. 331/5753866 (Manuela Battista)