I legislatori del Maine hanno approvato definitivamente le norme e i regolamenti che disciplinano la produzione autorizzata e la vendita al dettaglio di cannabis agli adulti per uso ricreativo. Le linee guida proposte ora attendono l’azione del governatore democratico Janet Mills, che dovrebbe firmare a breve le disposizioni di legge.

Si tratta della fine di un percorso molto lungo e travagliato. Gli elettori dello Stato avevano infatti approvato la legalizzazione delle vendite di cannabis nel novembre 2016, ma i legislatori – guidati dall’ex governatore repubblicano Paul LePage – hanno ripetutamente preso provvedimenti per ritardare l’attuazione della legge.

Secondo le norme proposte, le licenze commerciali inizialmente (fino al 2021) saranno concesse solo ai residenti nello Stato. I dipendenti statali, i membri attivi delle forze dell’ordine, quelli con condanne per reati di droga e coloro a cui sono state negate le licenze in altri stati non sono ammissibili a partecipare all’industria al dettaglio della cannabis. I regolamenti impongono limiti per quanto riguarda il contenuto di THC e l’aspetto di prodotti edibili che contengono cannabis. I rivenditori non potranno vendere ai clienti più di 2,5 once di marijuana utilizzabile e/o cinque grammi di concentrato in un solo giorno. I rivenditori al dettaglio dovranno prima ricevere l’approvazione locale prima di richiedere la licenza di un operatore statale. Per il momento è stata espunta dalla legge la possibilità di apertura dei Cannabis Social Club.

Una volta che le norme proposte saranno state firmate dal Governatore si stima che le vendite di cannabis possano iniziare entro marzo 2020. La tassazione è stata confermata in un 20% complessivo (10% di accisa e 10% di tassa di vendita). Le previsioni del mercato si aggirano da 84 milioni di dollari dell’anno fiscale 20-21 ai 166 milioni del 2022-23. Questo significherebbe a regime oltre 33 milioni di dollari annui per le casse del Maine. Attualmente il mercato legato alla cannabis terapeutica è valutato in circa 65 milioni di dollari, mentre altre previsioni valutano l’intero mercato della cannabis del Maine fra i 227 e i 396 milioni di dollari annui.

Il Governatore Mills ha già firmato una legge in questa sessione legislativa che autorizza esplicitamente le vendite al dettaglio di prodotti CBD derivati ​​dalla canapa e consente a coloro che sono registrati come pazienti che utilizzano cannabis medica fuori dallo stato di accedere ai dispensari del Maine.

[Fonte NORML]