Tempo di lettura: < 1 minuto

(Notiziario Aduc) L’uso di cannabinoidi ed estratti di cannabis migliora il sonno in pazienti con malattie gravi. Questi i risultati di una sperimentazione clinica pubblicata sulla rivista scientifica Chemistry & Biodiversity.

“La cannabis… e’ stata utilizzata per il trattamento del dolore e per i disordini del sonno sin dall’antichita’”, scrivono gli autori. “Le sperimentazioni cliniche moderne dimostrano che i pazienti a cui sono somministrati estratti di cannabis riportano ‘un sonno piu’ riposante, un miglioramento delle loro funzioni durante il giorno, ed un miglioramento marcato … della qualita’ della vita’”. Secondo dati disponibili, sui 2.000 pazienti che hanno preso parte alla sperimentazione, la gran parte “dimostra un netto miglioramento dei parametri soggettivi del sonno”.
Nessun volontario ha detto di aver sviluppato dipendenza dalla sostanza, anche dopo averne fatto uso per diversi anni.