Indice
Fascicolo di documentazione
DRUGS AND THE CITY. Ripensare le città: attori e contesti urbani di inizio secolo

«Terapia» della città pag. 5
Giovanni Michelucci (1891-1990)
È stato uno dei protagonisti dell’architettura italiana, attraversando nella sua “vita lunga un secolo”, la complessità di eventi, trasformazioni, idee che hanno animato un’epoca e di cui ci ha fornito testimonianza con un operare sempre teso all’apertura di nuovi linguaggi e proposte per la città contemporanea. Ha partecipato con grande passione ai temi fondamentali del dibattito sulla città con posizioni anticonformiste e innovatrici. Attraverso la Fondazione da lui costituita ha operato sul rapporto spazio – società, sui “confini” della città, sul carcere, realizzando progetti di straordinaria vitalità come il Giardino degli Incontri nel carcere di Sollicciano a Firenze.

Città globali pag. 9
Intervista a Saskia Sassen di Gianluca Carmosino e Caterina Gerardi
Saskia Sassen, sociologa olandese, cresciuta in Argentina, filosofa di formazione e sociologa di mestiere, docente alla Columbia University di New York, collaboratrice di Le Monde Diplomatique, The Guardian e New York Times, è tra i più autorevoli studiosi internazionali della metropoli. I suoi studi hanno aperto nuove chiavi di lettura per analizzare le trasformazioni della società globale, a cominciare dalle città, fornendo punti di vista inediti. Autrice di «Città globali» [Utet, 1997] ha tra i suoi libri recenti «Una sociologia della globalizzazione» [edito da Einaudi].

Identità urbane: pratiche, progetto, senso dei luoghi pag. 13
Carlo Cellamare
Docente di urbanistica presso l’Università “La Sapienza” di Roma, è stato coordinatore della Casa della Città del I Municipio di Roma e responsabile scientifico del Bilancio ambientale della Provincia di Rieti. Svolge attività di ricerca sui temi del rapporto tra urbanistica e vita quotidiana, delle pratiche urbane, dei processi di progettazione ambientale e territoriale come processi sociali complessi, con attenzione sia al rapporto tra territorio e sviluppo
locale che al rapporto tra reti sociali e trasformazioni dei quartieri.

L’identità della città contemporanea nel contesto economico globale pag. 21
Marco Atzori
Dipartimento di Architettura dell’Università di Sassari Laboratorio LEAP, collabora al Laboratorio Internazionale sul Progetto AmbientaleL’attività del Laboratorio Internazionale sul Progetto Ambientale promuove e diffonde i risultati di ricerche nell’ambito del progetto della città e del territorio con particolare orientamento alla dimensione ambientale.

Città delle differenze e nuove politiche urbane pag. 25
Giancarlo Paba
Presidente della Fondazione Giovanni Michelucci, è professore ordinario di Pianificazione del territorio dell’Università di Firenze e di Fiesole. È stato direttore del Centro Interuniversitario di Scienze del Territorio (CIST) e tra i fondatori del Laboratorio di progettazione degli insediamenti umani (LAPEI) e dell’Inura (International Network for Urban Research and Action). Ha svolto una continua attività di ricerca sia nazionale che internazionale, nel campo dell’analisi urbana, dell’urbanistica, della pianificazione territoriale, delle politiche urbane e della progettazione interattiva. È stato consulente di amministrazioni pubbliche nel campo dell’analisi e della pianificazione urbana e territoriale. Ha pubblicato un numero rilevante di volumi e di articoli.

Metropoli e post metropoli pag. 31
Massimo Cacciari
Già sindaco di Venezia è stato professore ordinario di Estetica presso la Facoltà di Architettura di Venezia. Il brano riportato è tratto dall’intervento pronunciato dall’autore a un seminario svoltosi presso il centro Sant’Apollinare di Fiesole e trascritto nel volume La città (2004) Pazzini Editore, pp. 31-49)

Verso la quarta stagione del made in italy pag. 35
La città salvata dai ragazzini: per un recupero urbano ben temperato pag. 39
Luca Zevi
Architetto e urbanista, ha lavorato alla riqualificazione dei centri storici di Benevento, Galatone (LE), Venafro (IS) e Buonalbergo (BN) e al restauro di edifici antichi. Ha diretto i laboratori di recupero dell’ex Ghetto di Roma e del Centro Storico di Cosenza. Per il Comune di Roma ha realizzato il Memoriale ai caduti del bombardamento di San Lorenzo del 1943, elaborato il progetto del Museo Nazionale della Shoah e messo a punto una metodologia di recupero urbano mirata a una “città a misura dei bambini”. Ha diretto il “Manuale del Restauro Architettonico (2001) e il “Nuovissimo Manuale dell’Architetto” (2003). Ha insegnato nelle Facoltà di Architettura di Roma e Reggio Calabria.

Milano ai tempi delle moltitudini. Vivere, lavorare, produrre nella città infinita pag. 45
Milano della cura pag. 51
Aldo Bonomi
Sociologo, ha fondato e dirige l’Istituto di ricerca AAster per lo sviluppo del territorio (www.aaster.it) . Dirige la rivista “Communitas” e cura la rubrica Microcosmi su “Il Sole 24 Ore”. E’ stato consulente della Presidenza del CNEL durante il mandato di De Rita. Tra le sue pubblicazioni, Il rancore. Alle radici del malessere del Nord (Feltrinelli, Milano 2008), Sotto la pelle dello stato (Feltrinelli, Milano 2010), La città infinita (con A. Abruzzese, Mondadori 2004), Milano ai tempi delle moltitudini (Mondadori 2008): Ha curato il volume La città fragile (Communitas, 2009)

Drug policies municipali pag. 53
Monica Brandoli e Susanna Ronconi
Monica Brandoli, laureata in Filosofia presso l’Università degli Studi di Bologna, dal 1998 ad oggi, è in ruolo, presso il Comune di Bologna – Settore Servizi Sociali, in qualità di Responsabile dell’Ufficio Prevenzione e Riduzione del danno. Cura Progetti d’interventi di riduzione del danno nell’area delle dipendenze patologiche e della marginalità estrema, progetti d’interventi di prevenzione primaria all’interno degli istituti scolastici,all’interno dei locali del divertimento notturno e rivolti al contrasto dell’uso-abuso di sostanze dopanti . Svolge attività di formazione per la programmazione di azioni relative al mondo della marginalità e alla prevenzione primaria. Si occupa di sicurezza urbana relativa al consumo di sostanze stupefacenti.

Susanna Ronconi dal 1994 ha coordinato progetti di prevenzione e riduzione del danno nel campo delle tossicodipendenze, dal 2000 svolge attività di formazione, ricerca e progettazione in ambiti di riduzione del danno, promozione della salute, e lavoro di comunità. Si occupa di supervisione metodologica a equipe di operatori sociali che intervengono su dipendenze e marginalità urbane. E’ membro del comitato scientifico di Forum Droghe. E’ inoltre membro del Comitato Didattico della Libera Università dell’Autobiografia, con competenze inerenti il metodo autobiografico in ambito sociale. Dal 1996 scrive per “Fuoriluogo”, pubblicazione specializzata in politiche su droghe e dipendenze edita dall’Associazione Forum Droghe, oggi rubrica settimanale per il quotidiano Il manifesto. Ha pubblicato, tra l’altro, “Non solo molecole. Evidenze biografiche e stereotipi chimi”, nel volume curato da Grazia Zuffa “Cocaina, il consumo controllato, edizioni GruppoAbele, 2011

APPENDICE pag. 67
Rassegna stampa dalla rubrica settimanale di Fuoriluogo sul Manifesto

Scarica i documenti

  • pdf Drugs and the City
    Scarica il fascicolo di documentazione della Summer School 2013.
    Aggiunto in data: 19 Maggio 2020 8:03 Dimensione del file: 3 MB Download: 10