Il primo ministro Justin Trudeau ha appena annunciato che il 17 ottobre la cannabis tornerà legale in Canada dopo 95 anni di proibizionismo. Questo annuncio arriva dopo lo storico voto del Senato di ieri notte che ha visto approvare in via definitiva il Cannabis Act (Bill C-45), il provvedimento fortemente voluto dal governo per regolamentare legalmente la cannabis in Canada. L’iter parlamentare è durato un anno ed ha avuto la sua conclusione con un voto 52 a 29 (con due astensione) della Camera Alta, dopo un brevissimo ping pong fra i due rami del parlamento dopo che la Camera dei Comuni aveva respinto gli emendamenti del Senato. Già oggi la Regina Elisabetta dovrebbe dare l’assenso reale alla legge: una volta esecutiva le province ed i territori canadesi avranno quindi alcune settimane per adeguare i propri regolamenti alle modifiche occorse al provvedimento durante la discussione parlamentare.

La legge – una promessa elettorale di Trudeau e del Partito liberale – consente agli adulti in Canada di possedere e utilizzare piccole quantità di cannabis ad uso ricreativo. Saranno legali le vendite  di cannabis ai maggiori di 18 anni, con le province e i territori che potranno aumentare l’età minima di vendita, acquisto e consumo. Saranno sempre i governi locali ad autorizzare e sorvegliare la distribuzione e la vendita di cannabis, soggetta a condizioni federali minime. I cittadini maggiorenni potranno possedere sino a 30 grammi di marijuana acquistata legalmente e crescere fino a 4 piante per famiglia. I minorenni, trovati in possesso di massimo 5 grammi, non saranno comunque sanzionabili. La vendita a minorenni sarà invece punita pesantemente, con pene che arriveranno a 14 anni. Non saranno consentiti prodotti che mischino la cannabis ad altre sostanze (the, caffè o sigarette con tabacco e mariuana). Il traffico di cannabis e dei prodotti con cannabis attraverso i confini internazionali rimarrà un grave reato penale. Verranno infine rafforzati i reati penali legati alla guida compromessa e agevolato il perseguimento della guida sotto effetto di droga e di alcol anche con l’utilizzo di nuove metodologie di analisi in strada.

Come detto la legge federale lascia alle province e ai territori il compito di definire il proprio sistema di distribuzione e vendita. Al momento in cui scriviamo Ontario, Newfoundland e Labrador, New Brunswick, Alberta e Yukon hanno approvato le loro leggi sulla marijuana. Le restanti province e territori stanno completando l’iter, per cui le informazioni che riportiamo sono da considerare provvisorie, visto anche che il Cannabis Act è diventato legge proprio mentre scriviamo. In tutte è stato comunque mantenuto il limite di possesso in pubblico di 30 grammi di cannabis, anche se alcune province, come il Quebec e l’Alberta, permetteranno di detenere maggiori quantità nel proprio domicilio. A parte Manitoba, tutte le giurisdizioni hanno scelto di mantenere le loro fasce di età per accedere alla cannabis in linea con quelle per bere alcolici. Manitoba, Nunavut e Quebec, vorrebbero vietare la coltivazione domestica, in contrasto con il Cannabis Act. Proprio su questo punto si è incentrato parte dello scontro sugli emendamenti approvati al Senato, ed alla fine non è passata la possibilità di lasciare alla province l’opzione di vietare l’autocoltivazione. Il Governo, per bocca del Ministro della Giustizia Wilson-Raybould ha comunque detto che non è intenzione governativa contestare le leggi delle province. Le legislazioni locali differiscono anche sui soggetti che provvederanno alla distribuzione e vendita della cannabis. Alcuni prevedono negozi privati su licenza, altri optano per negozi di proprietà pubblica, in particolari quelli che già vendono liquori. In alcuni casi, le province hanno creato filiali di queste società, come CannabisNB e Ontario Cannabis Retail Corporation.

Alberta
L’età minima è fissata a 18 anni, le vendite saranno autorizzate in appositi store privati, mentre la vendita on line sarà a cura del governo locale. Si potranno coltivare fino a 4 piante di cannabis, ma non all’aperto. Non ci saranno limiti per il possesso di cannabis nella propria abitazione. Si potrà fumare nei luoghi dove si può fumare tabacco.

British Columbia
L’età minima per l’acquisto è stata decisa a 19 anni. Ci saranno sia negozi privati che statali, che potrsnno vendere anche online. La coltivazione di 4 piante è consentita al di fuori di luoghi pubblici, e i proprietari potranno vietare coltivazione (e consumo) all’interno delle loro proprietà. Si potrà fumare nei luoghi dove è consentito già fumare tabacco.

Manitoba
Età minima per l’acquisto 19 anni, un anno in più che per acquistare tabacco. Vendita riservata a negozi privati che potranno anche vendere on line. Ai comuni sarà possibile vietarne l’apertura nel territorio di competenza. Al momento la normativa prevede il divieto di coltivazione ad uso personale. Sarà proibito vendere cannabis a chi si dimostra già alterato da alcol o altre sostanze.

New Brunswick
I maggiori di 19 anni potranno acquistare in negozi gestiti da aziende pubbliche, vendite on line comprese. Si potranno coltivare sino a quattro piante e si potrà fumare solo nelle proprietà private o in casa. Non vi saranno limiti al possesso in casa, ma la cannabis dovrà essere conservata in luogo sicuro e inaccessibile ai minori.

Newfoundland e Labrador
Il limite minimo per l’accesso è 19 anni. Si potrà acquista in store privati su licenza governativa, mentre le vendite on line al momento saranno gestite direttamente dall’autorità pubblica, anche se si prevede in futuro una loro estensione a soggetti privati. Nei comuni più piccoli saranno i negozi di alcolici pubblici a vendere cannabis. Non è stato ancora definito il limite per la coltivazione ad uso personale, mentre si potrà consumare solo in casa o in proprietà private.

Northwest Territories
Il limite è 19 anni e l’acquisto, almeno inizialmente, sarà possibile negli store privati che già vendono alcolici, mentre le vendite on line saranno a cura del governo locale. Si potranno coltivare sino a 4 piante e si potrà consumare nella propria abitazione e nelle proprietà private. Si potrà però fumare in strade e parchi, se non vi sono eventi pubblici in corso. I proprietari potranno dichiarare le loro proprietà “smoke-free” e i Comuni potranno decidere restrizioni o divieti ulteriori.

Nova Scotia
La vendita, ai maggiori di 19 anni, sarà riservata ai 12 negozi pubblici che vendono liquori, così come le vendite on line saranno gestite dal governo provinciale. Si potranno coltivare sino a 4 piante e fumare laddove è consentito il tabacco. I proprietari potranno inserire restrizioni agli inquilini.

Nunavut
Saranno al momento autorizzate solo vendite on line ai maggiori di 19 anni. Si potranno coltivare sino a 4 piante e fumare laddove è consentito il tabacco. I proprietari potranno inserire restrizioni agli inquilini.

Ontario
Gli aquisti saranno possibili, per i maggiori di 19 anni nei 40 cannabis store governativi operativi da subito (150 pianificati entro il 2020) e on line, sempre a cura del governo provinciale. Si potranno coltivare 4 piante e consumare nelle sole abitazioni e proprietà private.

Prince Edward Island
Sarà possibile acquistare, per i maggiori di 19 anni nei 4 store fisici (e online) gestiti dal governo provinciale. Non è stato ancora deciso nulla sulla coltivazione ad uso personale. Si potrà fumare in casa e nella propria proprietà privata.

Quebec
I maggiori di 18 anni potranno accedere ai 15 cannabis store che si apriranno subito (previsti 150 entro il 2020) e alle vendite on line gestiti dalla Provincia. Al momento è previsto il divieto di autocoltivazione. Si potrà consumare solo dove è permesso il tabacco, con l’eccezione delle Università, Si potranno detenere sino a 150 grammi di cannabis in casa.

Saskatchewan
Coloro che hanno compiuto 19 anni potranno acquistare nei cannabis store privati e online, anche se il numero delle licenze di vendite sarà ristretto nei primi tre anni di legalizzazione. Si potranno coltivare sino a 4 piante, ma i proprietari potranno vietarlo nei loro appartamenti. Si potrà fumare in casa e nelle proprietà private ma non in presenza di minori.

Yukon
Almeno un cannabis store gestito dal governo locale sarà aperto all’avvio della legalizzazione, insieme alle vendite on line. Potranno accedervi i maggiori di 19 anni. Nel futuro si ipotizza un’apertura anche a negozi privati, su licenza. Si potranno coltivare 4 piante, e fumare solo nella residenza o nella proprietà privata. I proprietari potranno vietare l’uso di cannabis all’interno degli immobili concessi in affitto.