sciopero_generale.jpgL’Associazione Forum Droghe, riunita a Firenze in occasione di un’assemblea sulla riduzione del danno, che ha visto la partecipazione di 150 operatori delle tossicodipendenze da tutta Italia, aderisce alle ragioni dello sciopero generale indetto dalla CGIL per il 6 di settembre.

L’associazione, a partire dai problemi della riforma sella politica sulle droghe in Italia è da sempre vicina all’azione di difesa che la CGIL conduce rispetto al Welfare. Specificatamente colpiti, in questa fase, sono i servizi sociali in generale, e in tale quadro, quelli per i tossicodipendenti e per i semplici consumatori di droghe in particolare.

Siamo di fronte ad una manovra che, in qualsiasi sua versione quotidiana, colpisce i deboli e salva i forti, e che non può che scaricarsi direttamente sugli ultimi. Se la situazione delle carceri è ormai tragica, sulle strade e nelle piazze la chiusura di servizi, la diminuzione delle risorse e l’umiliazione professionale degli operatori vanno di pari passo con l’aumento delle situazioni di difficoltà e di marginalizzazione, anche a seguito della crisi economica fino all’altro ieri negata.

In continuità con il lavoro comune condotto con la CGIL, proprio sul terreno dei diritti e dei servizi, Forum Droghe individua oggi nell’azione propositiva e di contrasto sviluppata dalla Confederazione un sicuro punto di riferimento per la difesa del Welfare e per l’avanzamento delle politiche di solidarietà ed accoglienza.

Forum Droghe

Firenze, 2 settmbre 2011