Il governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo ha confermato che nel corso del 2019 la sua amministrazione regolerà legalmente la cannabis ad uso ricreativo.

Per Cuomo, visto che il Massachussets ha già legalizzato e il New Jersey si appresta a farlo, non è più attuale la domanda “dovremmo legalizzare la cannabis?“. Il processo di regolazione statale dell’uso ludico della cannabis da parte degli Stati USA pare ormai inarrestabile: nel 2019 potrebbero legalizzare New Jersey, New Mexico e New York.

Tyrone Stevens, portavoce di Cuomo, nelle scorse settimane aveva dichiarato alla CNBC: “come abbiamo detto da agosto, l’obiettivo di questa amministrazione è di creare un modello di programma per la cannabis regolamentata per uso adulto, e il modo migliore per farlo è garantire che la nostra proposta finale raccolga anche l’opinione dei newyorkesi“. “Ecco perché il Governatore Cuomo ha lanciato 17 sessioni di ascolto nelle città di tutto lo stato per dare a ogni comunità in ogni angolo di New York l’opportunità di essere ascoltata“, ha aggiunto Stevens. “Ora che la fase di ascolto si è conclusa, il gruppo di lavoro ha iniziato ad analizzare i feedback che abbiamo ricevuto e ci aspettiamo di presentare una proposta formale completa all’inizio della sessione legislativa del 2019“.

All’inizio del 2018, uno studio commissionato dal Governatore Cuomo e condotto dal Dipartimento della Salute insieme ad altre agenzie statali ha concluso che “gli effetti positivi della regolamentazione di un mercato della marijuana per adulti in New York superano i potenziali impatti negativi“.