il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

Droga. Cannabis, il Ministro Costa fa confusione

Dichiarazione di Maria Stagnitta, Presidente di Forum Droghe:

maria-stagnitta“Le dichiarazioni del Ministro Costa sul tema della legalizzazione della cannabis ci pare che si fondino su presupposti non corretti. A partire dal fatto che non esistono tossicodipendenti per cannabis, o almeno non è la cannabis che crea dipendenza a differenza della nicotina presente nel tabacco o dell’alcol.

Ci chiediamo quindi il perchè la contraddizione ipotizzata dal Ministro, che si anniderebbe nella legalizzazione e regolamentazione delle sostanze che possono creare dipendenza, non debba essere risolta attraverso il divieto e la messa al bando delle sigarette e dell’alcol in Italia. E chiediamo al Ministro se questo, a suo parere, potrebbe davvero limitare non solo l’uso ma anche i danni dovuti ad un consumo che, siamo certi perchè la storia ce lo insegna, continuerebbe in clandestinità. È forse un rigido proibizionismo diffuso e ottuso quello a cui sta pensando il Ministro della Repubblica?

In merito poi alle risorse economiche che la legalizzazione produrrebbe, pare evidente che lasciare come oggi gli enormi introiti derivanti dalla vendita di cannabis in mano alla criminalità non aiuti a migliorare le condizioni di salute dei tossicodipendenti né le condizioni di vita dei cittadini in generale. La proposta di legalizzazione della cannabis in discussione alla Camera, pur migliorabile, ci pare una proposta sensata ed equilibrata proprio perché permetterà di uscire dall’ipocrisia di un proibizionismo che negli ultimi 40 anni ha bruciato enormi quantità di denaro cercando di risolvere ideologicamente un fenomeno sociale enorme che riguarda 247 milioni di persone nel mondo, e che ha prodotto introiti giganteschi per la criminalità organizzata senza incidere minimamente sui consumi e sulla produzione delle cosiddette “droghe”.

Roma, 30 giugno 2016

Gio, 30 Giugno 2016 » news | 1157 visite |

Lascia un commento