il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

La cannabis allieva i sintomi del Parkinson

Uno studio del Dipartimento di Neurologia dell’Università di Tel Aviv sull’uso della cannabis apre nuove possibilità per il trattamento dei sintomi del morbo di Parkinson

CannabisL’inalazione di cannabis offre sollievo sintomatico nei pazienti con il morbo di Parkinson, secondo i dati degli studi osservazionali pubblicati nel numero di marzo/aprile della rivista Clinical Neuropharmacology . Il morbo di Parkinson è una malattia progressiva del sistema nervoso centrale che provoca tremore, rallentato movimento e rigidità muscolare .

I ricercatori del Dipartimento di Neurologia dell’Università di Tel Aviv,  hanno valutato i sintomi del Parkinson in 22 pazienti prima e 30 minuti dopo aver inalato cannabis. Gli studiosi hanno riferito che la cannabis assunta per via inalatoria è stata associata a “miglioramenti significativi del tremore, della rigidità e della lentezza nei movimenti. C’è stato anche un significativo miglioramento dei “punteggi” per quanto riguarda sonno e dolore . Non sono stati osservati effetti avversi significativi della sostanza.”

Gli autori hanno concluso: “questo studio osservazionale è il primo a segnalare un miglioramento dei sintomi motori e non motori del Parkinson dopo il trattamento con cannabis. Lo studio apre nuove possibilità per le strategie di trattamento del Morbo di Parkinson specialmente in pazienti refrattari ai farmaci attuali”

Israele ha formalmente ammesso la produzione su licenza e la distribuzione della cannabis per scopi terapeutici dal 2011.

(Via NORML)

gio, marzo 27 2014 » news, Studi e Ricerche | 3742 visite |

Lascia un commento