il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

Il Facilitatore. Master a Roma.

Una nuova figura per lo sviluppo delle comunità locali. Teoria, metodologia e pratiche della progettazione partecipata e della facilitazione dei processi decisionali. Master di Formazione a Roma.

Master-Alta-formazione_Il-Facilitatore_locandina2MASTER DI ALTA FORMAZIONE
IL FACILITATORE
Una nuova figura per lo sviluppo delle comunità locali.
Teoria, metodologia e pratiche della progettazione partecipata e della facilitazione dei processi decisionali

Roma – novembre 2013/maggio 2014

con il patrocinio di Roma Capitale e Provincia di Roma

Il Master – promosso da Voice e dal Ceida con il sostegno della Fondazione Roma – è una delle prime proposte strutturate in Italia di formazione specialistica per la figura del Facilitatore di comunità (community organizer). Mira a formare esperti in attività di facilitazione dei processi decisionali, analisi dei contesti organizzativi e progettazione partecipata territoriale, in riferimento a processi complessi in cui siano coinvolti più attori e sviluppando competenze specifiche per la programmazione di interventi a livello sia locale sia internazionale. Sono, inoltre, affrontati temi relativi alla teoria e alla pratica della trasformazione dei conflitti.
Il percorso è completato da attività di “formazione sul campo” attraverso uno stage gratuito, supervisionato da un docente, che si svolgerà all’interno del Progetto Wel.com.e  (Welfare for community empowerment) , promosso da Voice presso la comunità territoriale di Castel di Guido (Roma) e sostenuto dalla Fondazione Roma.

Direzione scientifica e docenti
La direttrice scientifica del Master è Antonella Sapio, presidente di Voice.
Il Master si avvale del contributo di docenti altamente qualificati nel loro ambito di competenza: Gregorio Arena, Raffaele Bracalenti, Gerardo De Luzenberger, Pino De Sario, Donata Francescato, Christian Iaione, Paola Mamone, Terri Mannarini, Marco Meneguzzo, Serenella Paci, Giulio Moini, Walter Sancassiani, Marianella Sclavi.

Durata del Master

500 ore, di cui 200 ore di attività didattica e 300 ore di tirocinio, da svolgersi a Castel di Guido (XIII Municipio di Roma).

Sede dell’attività didattica

Roma, presso il Ceida, in via Palestro 24 (zona Stazione Termini).

Iscrizioni
L’iscrizione è gratuita, grazie al contributo della Fondazione Roma.
I posti disponibili sono 20. La domanda di iscrizione va inviata per email entro il 25 novembre 2013.

Il Progetto Wel.com.e

Il Progetto ” Welfare for community empowerment-Wel.com.e” è un’iniziativa sperimentale promossa da Voice in collaborazione con Ceida, Istituto Psicoanalitico per le Ricerche Sociali, Labsus, Università della Tuscia-Dipartimento di scienze e tecnologie per l’Agricoltura, le Foreste, la Natura e l’Energia e si avvale del sostegno della Fondazione Roma.
Il progetto prevede un intervento territoriale (area di Castel di Guido del comune di Roma) finalizzato a sperimentare e validare l’efficacia di nuovi modelli di welfare di comunità in grado di coniugare partecipazione civica, sussidiarietà, inclusione sociale e nuove forme di economia civile. Il programma propone attività interdisciplinari integrate (ricerca-azione, formazione, intervento sperimentale) e il coinvolgimento degli attori locali (enti pubblici, realtà e soggetti locali, azienda agricola, attori sociali, ecc.) grazie a metodologie innovative di facilitazione del lavoro di comunità (community work) attuate da un gruppo di esperti e operatori altamente qualificato e multidisciplinare.

Per informazioni e iscrizioni

Voice: cell. 3312227267, www.voicecommunity.it; info@voicecommunity.it
Ceida: tel. 06 492531 (dr. Mario Cuffaro), info@ceida.com

Ven, Novembre 15 2013 » Agenda | 2172 visite |

2 Responses

  1. Marco A. I. Novembre 27 2013 @ 18:29

    Master interessante. Votato alla social innovation e che tenta di valorizzare le comunità locali e le loro risorse( la base del societing ).

  2. Roberta Novembre 28 2013 @ 01:10

    Un fondamentale punto di partenza: le comunità locali. Necessita la formazione di persone che siano in grado di aiutare i diversi territori in materia di processi decisionali, capacità organizzative, senza perdere di vista un meccanismo di societing, che può apportare numerosi benefici in un buon lavoro di squadra!

Lascia un commento