il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

Audizione del DPA alla Camera sui consumi di Cannabis/3

Audizione di Giovanni Serpelloni alla Commissione Giustizia della Camera dei Deputati.

Mercoledì 6 Novembre 2013 presso la Sala del Mappamondo di Palazzo Montecitorio, la Commissione Giustizia, in merito all’indagine conoscitiva sull’esame delle proposte di legge recanti modifiche al testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, in materia di coltivazione e cessione della cannabis indica e dei suoi derivati, ha svolto l’audizione di Giovanni Serpelloni, capo dipartimento politiche antidroga della Presidenza del Consiglio dei ministri.

Gio, Novembre 7 2013 » Video | 2639 visite |

2 Responses

  1. Galdo Dicembre 4 2013 @ 00:42

    Una domanda, da ignorante in materia di regole parlamentari, governative, quale sono: dopo il governo Monti si instaura quello attuale, cosiddetto delle larghe intese, si nominano nuovi ministri; per quale motivo il capo del DPA non è stato sostituito da una persona competente, informata, neutrale magari, al di sopra delle parti, ovvero non schierata – come schierato lo è invece lo zar antidroga Serpelloni – su questo delicatissimo tema delle droghe?! Non si poteva a causa di un regolamento interno che non conosco, oppure si poteva ma non è stato fatto? Questo a mio parere è di primaria importanza, perché non è possibile che Serpelloni, messo li dal governo Berlusconi, sostenitore accanito del proibizionismo a qualunque costo, sostenitore da sempre della legge (una porcheria miserrima) Giovanardi-Fini, si trovi ancora a ricoprire quell’incarico!! Il suo intervento è strapieno di bugie, di inesattezze, di riferimenti a studi a suo dire scientifici ma che di scientifico e dimostrabile hanno ben poco! Fuorviante poi! In un modo del tutto ingiusto! Parla per quasi tutta la durata del suo intervento della storia dei semi in vendita nella Rete, di una lista infinita di sostanze che nemmeno sono state classificate, parla di tutt’altro, apposta ovviamente, per portare fuori strada gli ascoltatori che non sono informati nello specifico! Si tratta di un’indagine conoscitiva no?! Il punto poi, uno dei punti per meglio dire, è la modifica, la rimozione, di quel falso storico e scientifico che vuole accomunare droghe leggere e pesanti. Un altro punto fondamentale è il rivedere i quantitativi tabellari, è il fatto, provato con dati alla mano da moltissime e autorevoli fonti, non ultimi ben 4 (quattro) libri bianchi sulla legge Fini-Giovanardi, che quella legge, così come è ora, contribuisce in maniera determinante a riempire le carceri!! Di persone malate oltretutto! Non dimentichiamolo! Se qualcuno, per favore, mi può illuminare su questo, sul motivo, sempre che ne esista uno, sul perché hanno lasciato l’incarico a Serpelloni, il primo che andava rimosso, se si voleva davvero cambiare rotta sul tema del proibizionismo in fatto di droghe! Per non parlare poi del fatto (vergognoso ma anche irritante) che lo si deve sentire per mezz’ora sputare sentenze e giudizi falsi e che non gli competono nemmeno a ben vedere, ma per le repliche, per un dibattito aperto non c’è tempo.. Quanto si lascia ai parlamentari presenti? Cinque minuti?! Capisco che vanno seguiti certi tempi etc. ma se si parte in questo modo con l’indagine conoscitiva, si parte proprio male, malissimo!! Ringrazio in anticipo. Chi vorrà rispondere e chi rimuoverà Serpelloni da capo del DPA, visto che più che danni non ha fatto in questi anni..

  2. bax Dicembre 10 2013 @ 23:20

    Adesso la stigmatizzazione e la criminalizzazione si chiamano “disapprovazione sociale” e se aumenta calano i consumi!!!Quando l’gnoranza si veste da scienziato!!Pinocchio, lo sai che anche il Portogallo ha legalizzato la cannabis? Mannaggia quante stronzate!

Lascia un commento