il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

Politiche sulla droga. Cambiare si può… si deve!

A Roma il 23 maggio incontro promosso da CNCA in collaborazione con Federserd, Gruppo Abele, Antigone, Forum Droghe, Società della Ragione, Itaca, Social Pride.

Schermata 2013-05-15 alle 09.33.10Politiche sulla droga. Cambiare si può… si deve!

23 Maggio 2013 | Roma
Cesv – Via Liberiana 17
h. 10,00-13,30

Saluti di apertura
Don Armando Zappolini – Cnca

Intervengono:
Riccardo De Facci – Cnca
Alfio Lucchini, Federserd
Leopoldo Grosso, Vicepresidente Gruppo Abele
Franco Corleone, Coordinatore nazionale garante dei detenuti
Patrizio Gonella, Antigone

Saranno presenti
– On.le Federico Gelli
– On.le Mario Sberna
– On.le Daniele Farina
– On.le Marisa Nicchi
Livia Turco, Pd
Maurizio Coletti, Itaca Europa
Stefano Regio, Il Cammino – Social Pride Roma
Sabrina Molinaro, Cnr

Il tema della lotta alla droga, come molti altri settori del welfare del resto, è passato inosservato nella recente campagna elettorale e nei programmi dei vari schieramenti. Il dibattito si accende solo al comparire di qualche notizia capace di fare clamore. È una modalità eccezionale che non aiuta a cogliere la realtà del problema e favorisce il perdurare di letture stereotipate e di luoghi comuni, sia nell’analisi che nelle risposte.
Politiche sulla droga. Cambiare si può… si deve! riassume qual è la prospettiva dalla quale partiamo per discutere di prevenzione, contrasto e lotta alla droga e dei relativi impegni e strategie che il nostro Paese dovrebbe assumere al riguardo.
A nostro modo di vedere in ballo ci sono diverse questioni e nodi problematici sui quali ci piacerebbe avere un confronto, sia nel merito delle analisi che delle proposte.
A titolo esemplificativo ne elenchiamo alcune: la discussione sull’attuale legge Fini-Giovanardi (Il 37% dei 65mila detenuti al primo gennaio 2013 era in carcere per aver violato la legge sulle droghe); la visione culturale sulla riduzione del danno e la connessione con le politiche securitarie, che ha il suo apice nell’approccio culturale proibizionista e punizionista, a discapito di quello a favore di una responsabilità educante; l’operato del Dipartimento nazionale antidroga, con la inefficace gestione delle ingenti risorse messe a disposizione dal Governo; gli assetti della governance del sistema di intervento e i rapporti tra Stato e Regioni, segnati da un conflitto paralizzante e dall’affievolirsi di uno spirito di leale collaborazione; l’impoverimento progressivo del servizio pubblico in risorse umane e progettuali a fronte di nuovi compiti assegnati; la regolazione del sistema di intervento tra autorizzazione, accreditamento e sperimentazioni, con regimi regionali di presa in carico, governo e gestione del fenomeno, eccessivamente differenziati tra loro, che producono disuguaglianze nell’accesso alla rete dei servizi e alle prestazioni ed un utilizzo del terzo settore in molte regioni vissuto in una logica di sussidiarietà scaricabarile, piuttosto che di corresponsabilità tra pubblico e privato (vedi ritardi nei pagamenti delle rette ad es.).

La partecipazione è libera, previa iscrizione da inviare a segreteria@cnca.it

Politiche sulla droga. Cambiare si può… si deve! è una iniziativa promossa dal Cnca in collaborazione con Federserd, Gruppo Abele, Antigone, Forum Droghe, Società della Ragione, Itaca, Social Pride

Mer, Maggio 15 2013 » Agenda | 2757 visite |

One Response

  1. Giovanni Maggio 17 2013 @ 17:10

    Grazxie a forum droghe ASCIA e Coalizione per la legalizzazione e atutte le associazioni in primo piano che si ionteressano REALMENTE e in modo obiettivo e imparziale al problema politiche droghe..problema esasperato e amplificato da quando Serpelloni ha fatto del DPA il suo fortino privato ideologico proibizionista e sta facendo danni incalcolabili ai giovani e a tutto il tessuto sociale Italiano. Grazie ancora Forum droghe Antigone etc etc etc 😉

Lascia un commento