il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

Giovanardi balla da solo

Fuoriluogo commenta l’uscita di Giovanardi sulle 3 leggi di iniziativa popolare presentate ieri a Roma

giovanardi-scuroCarlo Giovanardi, per anni ha imperversato con proclami terroristici sulla peste della droga e con bollettini di vittoria nella guerra alla droga. Oggi si ritrova solo e disperato. Non solo Bersani, Vendola, Ferrero ma anche esponenti di Futuro e libertà come Flavia Perina e del partito di Monti come Marazziti, chiedono l’abrogazione della legge responsabile del sovraffollamento carcerario.
Carletto piange e si dispera. Si sente abbandonato e isolato. In effetti l’accerchiamento è totale, da Magistratura Democratica alle Camere Penali, dalla Cassazione al Consiglio Superiore della Magistratura. Il Cartello delle associazioni che ha lanciato le leggi d’iniziativa popolare sorride di fronte al grido di dolore di Giovanardi per i rischi per la società e i giovani, a causa delle modifiche proposte alla sua legge criminogena che presto sarà giudicata dalla Corte Costituzionale per l’arbitrarietà del decreto legge del 2006, vero stupro istituzionale.
La previsione di una fattispecie autonoma di reato per i fatti di lieve entità eviterà migliaia di carcerazioni inique e inutile. La depenalizzazione completa del consumo, della detenzione e della coltivazione per uso personale cancelleranno la persecuzione ideologica di migliaia di giovani. La cancellazione della legge Cirielli e delle norme limitatrici delle misure alternative apriranno le porte per diecimila tossicodipendenti rinchiusi in carcere. Queste sono le proposte realistiche, equilibrate e ragionevoli che vengono proposte e su cui si chiede un decreto legge.
Giovanardi si rassegni. Continuerà ad abbaiare alla luna. Forse neppure Serpelloni gli farà compagnia.

Leggi l’intervento di Carlo Giovanardi.

Ven, Febbraio 22 2013 » news | 2936 visite |

3 Responses

  1. fiorenzo mancinetti Febbraio 22 2013 @ 18:44

    finalmente la fine di un incubo ! Ora al suo fianco avrà solo: rimpianti di potere, di fallimento ideologico e di profitto in conflitto d’interessi !!

  2. carlo Febbraio 26 2013 @ 10:33

    era ora ce ne è voluta per levarselo dalle palle però dobbiamo metterlo sotto inchiesta se non altro per tutti i morti ammazzati dalla sua legge di merda

  3. maurizio Giugno 13 2013 @ 09:16

    Già: sarebbe bella “una azione sociale”di tutte le persone che ingiustamente sono passate sotto l’azione punitiva della criminogena legge (rivalsa ideologica?)fini-giovanardi!Portarlo in tribunale,lui e gli ideologi nostrani,quelli che hanno fatto emigrare il Rototom in Spagna,a risondere delle loro responsabilità,come fanno tutti i cittadini da sempre davanti alla legge.

Lascia un commento