il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

Magari…

“Se Monti crede veramente che sia possibile alzare il Pil italiano del 10% con le quattro pirlate che ha proposto, mi viene da pensare che l’unica cosa che sia stata liberalizzata nel Consiglio dei Ministri sia stata la cannabis…”. Cosí il deputato della Lega, Gianluca Pini, commenta il pacchetto di liberalizzazioni del governo e le […]

“Se Monti crede veramente che sia possibile alzare il Pil italiano del 10% con le quattro pirlate che ha proposto, mi viene da pensare che l’unica cosa che sia stata liberalizzata nel Consiglio dei Ministri sia stata la cannabis…”.

Cosí il deputato della Lega, Gianluca Pini, commenta il pacchetto di liberalizzazioni del governo e le dichiarazioni successive del premier Mario Monti. (dal Notiziario Droghe Aduc)

La legalizzazione della cannabis magari non alzerà in un sol botto il PIL del 10% ma libererebbe un bel po’ di risorse pubbliche dall’inutile repressione e farebbe entrare un bel po’ di soldini nelle tasche dell’erario (in totale risorse per 6/7 mld di euro). Senza contare che farebbe emergere un mercato che al momento rappresenta, secondo stime prudenziali, l’1% del PIL (limitando il calcolo a spanne alla sola canapa), legalizzando peraltro una intera e promettente filiera produttiva, dal coltivatore al consumatore.

Insomma, caro Pini, magari avessero liberalizzato la cannabis…

Vai allo speciale sulle conseguenze economiche del proibizionismo.

mer, gennaio 25 2012 » fuoriditesta | 3023 visite |

One Response

  1. GAP gennaio 28 2012 @ 20:11

    Salve a tutti/e, mi chiedo se non sia possibile, anche alla luce delle parole dette all’apertura dell’anno giudiziario pochi giorni fa, in cui si raccomanda “depenalizzazione” rispetto ai reati minori, alla luce del dibattito pubblico che vede ormai come favorevoli praticamente tutti i grandi attori della politica a questo tipo di approccio per alleggerire la situazione insostenibile delle carceri, ecco mi domando se non sia venuta l’ora, e io sono convinto di sì, di lanciare una grande battaglia per l’abolizione della legge Fini-Giovanardi sulle droghe, che rimane un’aberrazione che produce direttamente il 33,7% dei carcerati, e indirettamente con reati legati alla droga, circa il 50% della popolazione carceraria. Almeno le tabelle, che erano state dichiarate non volute già nel referendum di abolizione delle tabelle della precedente Russo-Jervolino, devono essere abolite. So che il deputato PD Della Seta ha elaborato una proposta di legge che giace in Parlamento, so che SEL si batte per quello che può in questo senso come anche la FdS e i Radicali, il PD é favorevole, FLI anche e addirittura nella persona del redattore della legge stessa, l’on.Fini, parte del PdL anche potrebbe essere favorevole, ed il governo dei tecnici, se veramente tale, non può non riconoscere la fondatezza di questa battaglia. Il momento é quello giusto, perché come Fuoriluogo e come Forum Droghe, a cui mi sono iscritto e che invito tutti a fare (fantastico il volume che si riceve in regalo su proposta integrale di depenalizzazione e legalizzazione e report di esperienze nel mondo), non lanciamo una grande campagna per l’abolizione della Fini-Giovanardi o almeno delle sue tabelle, cercando di coinvolgere almeno il Ministro proveniente dalla Comunità d’Egidio che sappiamo essere sensibile su questa istanza? Dobbiamo farlo, assolutamente, coinvolgendo i cittadini, le associazioni di base, gli operatori, i consumatori, i cittadini consapevoli….avanti é il momento giusto! Basta proibizionismo! Aboliamo la Fini-Giovanardi!!!!

One Ping

  1. Magari avessero liberalizzato la cannabis… | fiore|blog gennaio 25 2012 @ 19:44

Lascia un commento