il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

Quando il proibizionismo da alla testa

Dal notiziario droghe Aduc E’ la seconda censura di uno spot pubblicitario in Gran Bretagna. Dopo il clip del profumo Heat di Beyoncé giudicato troppo “hot”, e’ il turno dell’attrice Melanie Thierry che da’ problemi all’Asa, l’autirità che sovrintende alla pubblicita’, che ha deciso di ritirarla dal mercato. “Anche se non abbiamo considerato che fare […]

Dal notiziario droghe Aduc

E’ la seconda censura di uno spot pubblicitario in Gran Bretagna. Dopo il clip del profumo Heat di Beyoncé giudicato troppo “hot”, e’ il turno dell’attrice Melanie Thierry che da’ problemi all’Asa, l’autirità che sovrintende alla pubblicita’, che ha deciso di ritirarla dal mercato. “Anche se non abbiamo considerato che fare pubblicita’ ad un prodotto intitolato Opium non fosse irresponsabile… abbiamo valutato che il gesto di una donna simula l’assunzione di droga. E quindi abbiamo valutato che era irresponsabile e inaccettabile la diffusione”.
Si tratta del profumo Belle Opium di Yves Saint Laurent, in cui l’attrice per alcuni secondi passa la sua mano sotto il naso prima di porre il viso verso il sole mentre una voce esterna dice “io sono la tua ossessione. Io sono Belle d’Opium”

(via fioreblog)

Gio, 3 Febbraio 2011 » fuoriditesta | 1380 visite |

Lascia un commento