il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

Infuria la battaglia diplomatica sulla foglia di coca

Le ultime manovre diplomatiche: la Colombia rinuncia ad apporsi alla legalizzazione della foglia di coca.

Le ultime manovre diplomatiche: la Colombia rinuncia ad apporsi alla legalizzazione della foglia di coca.

Venerdì 14 gennaio, il presidente Colombiano Juan Manuel Santos ha chiamato il presidente Morales per annunciare il ritiro dell’obiezione all’emendamento alle Convenzioni Onu sulle sostanze psicotrope presentato dalla Bolivia. L’emendamento chiede di eliminare la foglia di coca dalle sostanze proibite. Sembra dunque che la Colombia abbia preso atto della raccomandazione dell’Unione delle Nazioni Sud Americane (UNASUR) del novembre 2010, che ha riconosciuto la masticazione della foglia di coca come un’antica pratica culturale del popolo della Bolivia, che merita il rispetto della comunità internazionale.
Al momento, non vi sono perciò obiezioni formali all’emendamento boliviano, visto che l’Egitto e la Repubblica di Macedonia, gli unici altri due stati che le avevano avanzate, sono tornati sui propri passi (il primo ha già ritirato l’opposizione e il secondo ha annunciato il ritiro).
Tuttavia, continuano le grandi manovre degli Stati Uniti per mettere insieme un gruppo di oppositori. L’America non vuole esporsi ad una sconfitta ed è questa la ragione per cui non ha ancora avanzato formalmente l’obiezione, ma lavora alacremente per mettere insieme i cosiddetti “amici delle convenzioni”. Sembra che diversi paesi, fra cui la Russia, il Giappone, la Francia, la Gran Bretagna, la Germania, l’Italia e la Svezia, siano disponibili a presentare un’opposizione formale.
Il Ministro degli Esteri boliviano visiterà alcuni di questi paesi per spiegare le proprie ragioni e chiedere loro di non opporsi.
Se nessun paese si opporrà formalmente entro il 31 gennaio, l’emendamento passerà automaticamente, ponendo fine alla proibizione della masticazione della foglia di coca.

Lun, Gennaio 17 2011 » Senza categoria | 2415 visite |

Lascia un commento