il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

Il grande Reggae al Rototom Free

Resi noti dagli organizzatori gli ospiti musicali di ‘Rototom Free’, la due giorni ad ingresso gratuito che terrà vivo il legame del festival con il Friuli al Parco del Cormor di Udine il 2 e 3 luglio prossimi.

Resi noti dagli organizzatori gli ospiti musicali di ‘Rototom Free‘, la due giorni ad ingresso gratuito che terrà vivo il legame del festival con il Friuli al Parco del Cormor di Udine il 2 e 3 luglio prossimi. ‘Rototom Free’ sarà inaugurata venerdì 2 luglio dai Sud Sound System mentre il 3 luglio saranno in azione il leggendario Alpha Blondy ed il profeta ‘new roots’ Fantan Mojah seguiti poi sul palco dancehall dal sound berlinese Supersonic.

Sarà davvero una sintesi del miglior reggae mondiale, dall’Africa alla Giamaica, da Berlino all’Italia, la straordinaria line-up che darà vita alla parte musicale di “Rototom Free”, la due giorni che il 2 e 3 luglio prossimi terrà vivo a Udine, al Parco del Cormor, il legame degli organizzatori del Rototom Sunsplash con il Friuli: il tutto nella volontà di ricreare un luogo di incontro e di interscambio culturale nella terra che per 16 anni ha ospitato l’eccezionale esperienza del festival reggae più apprezzato d’europa, “esule” da quest’anno in Spagna dove il suo svolgimento è fissato dal 21 al 28 agosto nella località di Benicassim.

Il cartellone musicale è eccezionale per varietà e qualità, soprattutto considerando che tutta la manifestazione sarà ad ingresso gratuito: e così, se venerdì 2 luglio inaugureranno la rassegna i Sud Sound System, uno dei migliori e più apprezzati gruppi reggae italiani: la festa proseguirà poi sabato 3 luglio quando sarà sul palco una star del reggae di grandezza planetaria come il grande Alpha Blondy, preceduto niente di meno che dal profeta “new roots” giamaicano, Fantan Mojah.

Basterebbero questi tre nomi a contrassegnare un evento di assoluto richiamo per gli appassionati, ma ad aggiungersi a questa triade che si presenterà al Cormor sul versante dei sound systems avremo la dancehall dei berlinesi Supersonic, nome di punta della scena europea grazie alla qualità delle loro selezioni e produzioni. La formazione tedesca guiderà tra l’altro una pattuglia che riunirà i migliori sound system di tutto il Triveneto e alcune tra le formazioni più incisive d’Italia sul palco B di “Rototom Free”. Annunciati in azione venerdì 2 luglio abbiamo Chatter Box Sound (Bologna), Northern Lights e Red Storm (Udine), Burning Fire (Trieste), Kalafi & Rude Family (Catanzaro) mentre sabato 3 luglio avremo Zion Cut (Venezia) e Bergamo Reggae. Non è stato difficile raccogliere questa mobilitazione dei sound system : tutti parteciperanno alla due giorni spinti dalla passione e dall’ amore nei confronti del Rototom che nel corso della sua lunga storia ha permesso alla scena reggae italiana di crescere in un’ottica di confronto e in una dimensione di riflessione e convivenza plurale senza pari. La loro presenza è un atto di grande stima nei confronti del Sunsplash nella speranza che al più presto la manifestazione possa tornare “a casa”.

Se la mobilitazione dei sound system triveneti porterà il meglio, non da meno sarà lo schieramento dei gruppi reggae più “cool” del momento in Friuli Venezia Giulia, dai Mellow Mood di San Vito al Tagliamento nella prima serata agli udinesi Playa Desnuda nella conclusiva. Altro aspetto importante è che ad aprire la session sul palco A del Cormor venerdì 2 luglio avremo il vincitore della sezione italiana del Reggae Contest europeo decretato dalla finale live del Vibra di Modena in programma sabato 12 giugno. Questo gruppo parteciperà poi alle finali complessive del Contest che si svolgeranno il prossimo agosto al Sunsplash a Benicassim.

L’edizione numero 17 del Festival,la prima in terra di Spagna si preannuncia ricchissima e in non pochi in Italia rimpiangeranno il festival pensando alle grandi performance che anche nel 2010 avrebbero potuto animare il Parco del Rivellino: gli appassionati friulani tuttavia potranno godersi tre delle maggiori star internazionali del Sunsplash (Alpha Blondy, Fantan Mojah e Sud Sound System) già a “Rototom Free”.

Alpha Blondy è uno dei più grandi musicisti africani, l’artista che più di ogni altro ha contribuito a riportare il reggae verso le sue radici nel continente africano. Scoperto il reggae attraverso Bob Marley e Burning Spear in un lungo soggiorno a New York (ove si è laureato in Economia negli anni Settanta), Alpha è poi tornato in Costa D’Avorio per dare vita ad un’avventura artistica eccezionale che passa attraverso capolavori come ‘Cocody rock’, ‘Apartheid is nazism’, ‘Jerusalem’ e ‘Yitzak Rabin’. Con al sua ‘big roots band’ questo artista ha già proposto al sunsplash concerti memorabili dove il suono essenziale del roots reggae si univa alle suggestioni africane.

Fantan Mojah “è” il nuovo reggae giamaicano, uno dei più significativi interpreti del “new roots” del nuovo millennio con hits come ‘Hungry’ e ‘Hail the King’ ed è la dimostrazione di come Rastafari sia ancora una forza trainante della scena musicale e della società nell’isola del reggae.

Anche questo corpulento Rastaman ha già mostrato tutta la sua carica nelle precedenti apparizioni al festival. Tutti i brani migliori della prima parte della sua carriera erano contenuti nel suo CD di esordio ‘Hail the King’ mentre il secondo CD ‘Stronger’ del 2008 è stata un’ulteriore conferma del suo talento nonostante l’abbandono dell’etichetta Downsound.

I Sud Sound System sono semplicemente i migliori d’Italia nel campo della dancehall… Sono già confermati anche sul Main Stage di Benicassim e quindi la prima edizione del Rototom Sunsplash in Spagna sarà anche indubbiamente anche un’opportunità per esportare l’eccellenza del reggae italiano. Prima comunque di scatenarsi sul palco di Benicassim, l’esplosivo gruppo dance hall salentino che al festival ha sempre infiammato la massive continuerà a raccontare la vita quotidiana e le speranze della vita dei giovani di un’Italia sempre in bilico fra speranza e delusione. E’ da pochi giorni in circolazione tra l’altro il CD ‘Ultimamente’, ennesimo fiore all’occhiello della loro eccellente discografia.

Supersonic rappresenta infine la tradizione del sound system ai massimi livelli mondiali ed è l’ennesimo frutto della cosmopolita scuola tedesca. Fondato a Berlino nel 1998questo sound è in grado di presentare con stile ed energia tutti gli stili legati alla musica dei Caraibi: dallo ska al roots, dal lovers alla dancehall fino alla soca. Andare a una danza dei Supersonic è divertimento garantito.

In tutti questi anni hanno suonato in tantissimi paesi differenti, come Kenya, Gambia, Israele, Trinidad, Usa, Jamaica e quasi in tutta Europa, vincendo numerosi clash (scontri fra sound ndr), tra qui, recentemente il War Ina East al culmine di una battaglia brano contro brano contro i giapponesi Mighty Crown. Attraverso Supersonic avremo quindi a Rototom Free l’eccellenza della major league mondiale dei sound systems.

Ecco invece il programma dei dibattiti e degli incontri:

Venerdì 2 luglio

Ore 18.00 – “Che succede al belpaese? Il caso Italia”

Introduce: Tommaso Cerno (giornalista de L’Espresso). Con Marco Travaglio (giornalista), Beppino Englaro (pres. Comitato Per Eluana).

Il Rototom è nato e cresciuto in Italia, ma dall’Italia se ne andata a causa di un clima sempre più repressivo, chiuso, soffocante. Cosa sta succedendo all’Italia, perchè gli spazi di libertà si restringono sempre più, davanti ad una società civile arresa, senza voce? Dal resto d’Europa si osserva con preoccupazione la situazione italiana e si parla anche per altri paesi si rischio di “berlusconizzazione”.

Ne parleremo con ospiti importanti ma dalle sensibilità e storie molto diverse.

Sabato 3 luglio

Ore 12.00 – Presentazione di Affa Taffa

Sarà presente l’autore Tommaso Cerno. Dopo esser divenuto per passatempo traduttore di lettere d’amore su commissione, il protagonista del libro viene impredibilmente cataputato dal Friuli alla Francia, in un viaggio d’iniziazione alla scoperta della propria famiglia, di se’ stesso, della propria omosessualità, offrendoci uno spaccato amaro della provincia italiana.
Ore 16.00 – “Italieni e internazionali: incontro con gli scrittori della letteratura migrante”

Francesca Spinelli (giornalista de Internazionale). Con Mihai Butcovan (scrittore), Gabriella Kuruvilla (scrittrice), Tahar Lamri (scrittore).
La società italiana è in rapidissimo e caotico mutamento, e uno dei contributi principali per la sua decifrazione arriva proprio dagli scrittori che hanno scelto l’Italia come nuova casa e l’italiano come lingua d’espressione. Direttamente dalle pagine della rubrica Italieni di Internazionale, eccovi alcune delle voci più significative di questa nuova generazione di scrittori.

Ore 18.00 – “Carceri e inferni: il sistema penitenziario italiano”.

Introduce: Franco Corleone (garante dei detenuti di Firenze). Con Don Gallo (fondatore Comunità S. Benedetto), Ilaria Cucchi (sorella di Stefano), Furio Honsell (sindaco di Udine), Angelo Maria Perrino (direttore de www.affaritaliani.it).
Morti tremende in attesa di verità e giustizia. Centinaia di suicidi ogni anno. Violenze e sopraffazioni diffuse. Da luoghi di riscatto a veri inferni in terra. Il sistema carcerario italiano è uno degli specchi più fedeli dell’abbruttimento complessivo del Paese. Ne parliamo con testimoni diretti e osservatori “speciali”

mer, giugno 16 2010 » Agenda | 2432 visite |

Lascia un commento