il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

Finalmente una ricerca di valutazione sulla legge su droghe e dipendenze!

Dopo l’assordante silenzio della conferenza nazionale di Trieste su esiti ed effetti della legge Fini Giovanardi, è stata presentata a Roma, nell’ambito del “Sistema permanente di confronto e consultazione (Post-Trieste) promosso dal Dipartimento, la ricerca “L’ART. 75 DEL D.P.R. 309/90 E IL CONSUMO DI DROGHE ILLEGALI. UNA RICERCA SU PRASSI APPLICATIVE, ESPERIENZE, INNOVAZIONI“, curata da […]

patenteDopo l’assordante silenzio della conferenza nazionale di Trieste su esiti ed effetti della legge Fini Giovanardi, è stata presentata a Roma, nell’ambito del “Sistema permanente di confronto e consultazione (Post-Trieste) promosso dal Dipartimento, la ricerca “L’ART. 75 DEL D.P.R. 309/90 E IL CONSUMO DI DROGHE ILLEGALI. UNA RICERCA SU PRASSI APPLICATIVE, ESPERIENZE, INNOVAZIONI“, curata da ricercatori di sei università italiane. La ricerca – centrata sui dispositivi previsti dall’articolo 75 per come modificato dalla legge Fini Giovanardi e dunque sugli esiti delle sanzioni amministrative – era stata promossa dal precedente governo, su input dell’allora Comitato scientifico presso il Ministero della Solidarietà sociale e con il forte sostegno dell’allora Consulta per le tossicodipendenze, che avevano voluto così colmare uno storico vuoto di analisi e valutazione.
Apprendiamo dalle agenzie di stampa che sulla ricerca – per altro ad oggi non pubblica, se non in questo abstract pubblicato dal sito dello stesso Dipartimento –  sia Giovanni Serpelloni che Carlo Giovanardi hanno espresso giudizi non solo negativi sui risultati, ma di forte squalifica metodologica e scientifica. Non abbiamo letto la ricerca, e non abbiamo pertanto opinioni sui risultati. Ma conosciamo da anni il lavoro scientifico di alcuni dei ricercatori, e sentire sparare a zero sul loro valore ci muove ad essere sospettosi: non è che valutare, da un osservatorio indipendente, una legge divenuta un manifesto politico appaia al governo troppo rischioso?
Più che disposti a rivedere i nostri pregiudizi: basta che il rapporto di ricerca sia reso subito integralmente pubblico e sia possibile discuterlo a viso aperto in riunioni non così d’elite come quella tenutasi a Roma lo scorso 7 ottobre.
Lo diciamo come operatori, come ricercatori e come cittadini: valutare una legge di così grande impatto è un dovere per chi l’ha elaborata e votata e un diritto per chi si trova ad operare o a vivere nell’ambito delle sue maglie.

Scarica la sintesi in formato pdf:
http://www.fuoriluogo.it/home/mappamondo/europa/italia/rapporti_e_ricerche/sintesi_sanzioni_amministrative.pdf

Ven, 9 Ottobre 2009 » Senza categoria | 2356 visite |

4 Responses

  1. iggy 10 Ottobre 2009 @ 21:41

    e´piu´facile che i pregiudizi siano di origine serpellonica/giovanardiniana, piuttosto che vostri..
    le considerazioni su questa pessima legge (di grande impatto) solo in un paese a-democratico non verrebbero pubblicati..

  2. Gualtiero 11 Ottobre 2009 @ 22:42

    Giovanardi è un assassino, sciacallo, untore e parassita del tossicodipendende e voi di fuoriluogo forum droghe, siete i suoi degni compari: l’altra faccia della moneta.
    Parassiti dei tossicodipendenti.
    PS. ma non dovevate chiudere bottega?

  3. enrico frate 12 Ottobre 2009 @ 09:39

    Mi sembra normale che Giovanardi e Serpelloni non vogliano sapere i risultati della ricerca e cerchino di screditarla. Per poter portare avanti un ideologia così malata e distruttiva hanno bisogno di mentire anche a se stessi…altrimenti sarebbero disintegrati dai sensi di colpa per tutte le vite che rovinano in nome di un ideologia patologica.

  4. annunci economici 10 Gennaio 2010 @ 13:00

    sono pienamente d’accordo con voi

One Ping

  1. Fuoco di sbarramento… | fiore|blog 9 Ottobre 2009 @ 18:29

Lascia un commento