il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

Basket: Apodaca positivo al doping, per cannabis…

Il Basket Club Ferrara è stato informato oggi dall’Ufficio di Procura Antidoping del Coni della positività riscontrata al proprio giocatore Rick Jason Apodaca per la presenza di Metabolita di Tetraidrocannabinolo, nel controllo antidoping del 14 dicembre 2008 per la gara Snaidero Udine-Carife Ferrara. Il Club estense ha provveduto a sospendere dall’attività, con effetto immediato, Rick […]

Il Basket Club Ferrara è stato informato oggi dall’Ufficio di Procura Antidoping del Coni della positività riscontrata al proprio giocatore Rick Jason Apodaca per la presenza di Metabolita di Tetraidrocannabinolo, nel controllo antidoping del 14 dicembre 2008 per la gara Snaidero Udine-Carife Ferrara.

Il Club estense ha provveduto a sospendere dall’attività, con effetto immediato, Rick Jason Apodaca, come previsto dalla normativa del Coni.

Immediate le reazioni in città ad una notizia che per i tifosi è una tegola inaspettata proprio nel momento in cui tifosi non avevano ancora smesso di gioire per la schiacciante vittoria contro Rieti di domenica.

I Verdi di Ferrara sono intervenuti con un comunicato stampa nel quale “al di là dell’espressione della nostra solidarietà all’atleta Portoricano” sottolineano che il centro della questione “non è se e quando egli abbia fatto uso di derivati della cannabis, bensì perchè tali sostanze siano al centro dell’ottusa politica proibizionista sulle droghe, anche nello sport.”

Secondo i Verdi è evidente che ” è difficile attribuire qualità dopanti ai cannabinoidi, soprattutto visti i preponderanti effetti “collaterali” che mal si combinano con l’attività sportiva, la sospensione degli atleti (in città tutti ricordiamo il caso del pallavolista Giba) per presenza di THC è ascrivibile esclusivamente ad uno schema repressivo sull’uso delle sostanze voluto dall’UNDCP (l’ente delle Nazioni Unite che si occupa delle politiche sulle droghe) e dalla legislazione italiana. L’unico risultato di tale situazione, oltre a rovinare la carriera di ottimi atleti, è rendere ancor più ridicola la lotta al doping.”

“La nuova legge proibizionista sulle droghe – concludono i Verdi estensi – che doveva risolvere tutti i problemi dei “nostri figli” tentati dal mondo proibito delle droghe ha evidentemente fallito. Le droghe circolano ovunque, i consumi sono in aumento e non vi è più alcuna distinzione, agli occhi del legislatore ma anche dei consumatori, fra droghe pesanti e leggere. Così ogni anno decine di migliaia di giovani sono costretti a test, visite al prefetto ed ai Sert perchè fermati in possesso di quantità, spesso minime, di droghe leggere. Questo ovviamente quando non sono accusati di spaccio e finiscono in carcere, magari solo per aver voluto evitare di alimentare le mafie del narcotraffico autocoltivandosi la propria piantina di Marijuana.”

Anche su fiore|blog.

lun, gennaio 12 2009 » fuoriditesta | 1902 visite |

One Response

  1. Marco febbraio 5 2009 @ 18:57

    Sto con i verdi… cosa c’entra la ganja con il doping????
    Stanno impazzendo tutti!!! vedi storia phelps…..

Lascia un commento