il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

Tutti i milanesi a San Patrignano?

La linea dura di Lady Moratti sulle droghe comincia a delinearsi:  «Dopo i rom (!), la vera emergenza di Milano ora è la droga (!!)» dice la Sindaca di Milano; chiede anche nuove norme punitive al governo (!!!), e nel frattempo prepara l’accordo con San Patrignano (!!!!), molto probabilmente per costruire una nuova colonia (penale) […]

La linea dura di Lady Moratti sulle droghe comincia a delinearsi:  «Dopo i rom (!), la vera emergenza di Milano ora è la droga (!!)» dice la Sindaca di Milano; chiede anche nuove norme punitive al governo (!!!), e nel frattempo prepara l’accordo con San Patrignano (!!!!), molto probabilmente per costruire una nuova colonia (penale) in Romagna… Maurizio Baruffi: «Se la logica è mandare tutti i milanesi a San Patrignano siamo lontani dalla soluzione. Non ci si interroga perché Milano, governata da 15 anni dal centrodestra, sia diventata la capitale della droga?».

Don Rigoldi, intervistato da Repubblica: “Un sindaco non è un questore, dovrebbe preoccuparsi prima di tutto di curare, non di rinchiudere i suoi giovani: invece in questa città si risolve tutto con il pugno di ferro”.
Riccardo Gatti, sempre su Repubblica:”In declino anche le piazze dello spaccio, ormai si vende ovunque”.

Mar, 21 Ottobre 2008 » Senza categoria | 2287 visite |

12 Responses

  1. simone 21 Ottobre 2008 @ 19:18

    la prima milanese ad andarci dovrebbe essere lei la super letizia quella che vuol fare la multa al tossico mentre è fatto di roba ma ce la vedete la moratti hahahahah dovete legalizare la produzione di erba personale e controllare il mercato dell’eroina e cocaina x non parlare delle metaanfetamine ma siccome abbiamo dei politici che gli interessa tenere cosi il mercato altrimenti come fanno a diventare come berlusconi che come stalliere aveva mangano trafficante di cocaina visto che il giudice borsellino e falcone avevano inchiodato tutti e tre berlusconi mangani e dell’utri fiore all’occhiello di berlusconi… quindi usate la testa prima di votare e soprattutto va cambiata questa leggie elotorale. ciao a presto

  2. lucaborello 22 Ottobre 2008 @ 10:08

    Una volta Antonio Maria Costa ha detto che ogni Paese ha il problema droga che si merita. E’ vero, anche se per ragioni opposte a quelle che pensa Costa. Milano ha il problema droga che la Moratti si merita. L’Italia ha il problema droga che il pensiero dominante si merita. 30 anni di fallimento non bastano a sconfiggere l’ideologia antidroga: e meno male che loro stessi dicono che le ideologie sono morte.
    Peccato solo che a pagare le conseguenze di quello che la Moratti e Giovanardi si sono meritati non saranno loro. Anzi, loro e il loro entourage ci guadagneranno, come sempre. Chissà Muccioli come gongola, chissà quanti altri tossicodiepndenti da trasformare in suoi prigionieri la Moratti gli procurerà. Con le migliori intenzioni, sia chiaro.

  3. bubba 22 Ottobre 2008 @ 16:16

    la pulizia etnica si trasforma in pulizia sociale. Adesso via con gli sgomberi violenti nelle università e se c’è del fumo diritti a San Patrignano

  4. blogattelle 25 Ottobre 2008 @ 17:27

    tutto ‘sto governo promana da san patrignàno con l’accento sull’àno; del nuovo spot tv vogliamo parlare?; intanto ecco un’anteprima: -le droghe, tutte le droghe, anche se prese una sola volta danneggiano il cervello perché alterano i neuroni, intaccano le funzioni psichiche..; per completezza, ricordando le recenti dichiarazioni del pd, quando lo tireranno dentro diventerà: -ma anche se le nomini…

  5. iggy 25 Ottobre 2008 @ 18:27

    l’ignoranza regna sovrana, anzi..
    ..impera. la milano della peggio amministrazione di sempre ha da diventare un paesiello in provincia di san patrignano.
    e così sarà. bestemmia.

  6. Riccardo Mattera 14 Novembre 2008 @ 12:27

    Non fate altro che parlare dei diriti e non fate nulla se no schierarvi senza conoscere….e senza mai aver sofferto la problematica. Volendo sognare un’altra umanità, mi piacerebbe immobilizzarvi su di una poltrona per un mese e “farvi” fino a 500 mlg. di eroina tailandese “tiger”, per poi ridarvi…l’agognata liberta. Di uccidervi
    Riccardo

  7. ileana 21 Dicembre 2008 @ 11:12

    ho una figlia a San Patrignano da quasi 2 anni e sono convinta che sia l’unico posto e metodo possibile per uscire dalla droga. mi hanno convinta di ciò mia figlia e tutti i ragazzi che ho incontrato in quel posto che dovreste visitare tutti.
    uscireste stupefatti.
    la Moratti l’ho incontrata prorio lì e ama tutti quei giovani, si vede da come è felice in mezzo a loro , vestita semplice come loro e partecipe al loro recupero.
    non vi racconto favole, vi prego prima di giudicare andate verificate e parlate con i ragazzi.
    una mamma che ha tanto sofferto non può mentire.

  8. Cristina Turella 23 Dicembre 2008 @ 15:16

    troppa gente parla senza conoscere il problema, troppa gente sputa sentenze e giudizi sulla pelle degli altri…. provate ad avere un figlio, averlo messo al mondo, averlo creciuto tra mille difficoltà….epoi vederlo morire di eroina giorno per giorno, ora dopo ora e non poter fare nulla
    allora vedrete che anche voi, con le vostre bele parole, vi tr5overete a chiedere aiuto a san patrignano e a sperare che qualcuno vi scolti……

  9. elisa 20 Gennaio 2009 @ 16:34

    ciao, sono elias della scuola gandiglio di fano la gita che abbiamo fatto a san patrignano è stata stupenda, tutti i miei amici la pensano così, abbiamo capito tante cose, ciao!!! complimenti

  10. Daniela 19 Marzo 2009 @ 22:41

    ci sono stata giusto ieri in comunità per la gita a San Patrignano. E’ un posto fantastico. Sono rimasta sopresa per il clima di AMORE che regna lì dentro. è un posto in cui vorrei rimanere (non per problemi di droga, ovviamente), per come si sta, per come mi sono sentita a mio agio in mezzo ai ragazzi, che sanno ascoltare, che sanno offrirti un sorriso, che sanno ascoltare i problemi e cercare di farti forza, di dare coraggio. Sinceramente? Mi manca quel clima. Fosse per me, ci passerei la vita tra quei ragazzi.

  11. fiore 20 Marzo 2009 @ 09:25

    certo che ce ne vanno di classi a san patrignano…

  12. rita 13 Giugno 2009 @ 19:33

    Le battutine e la poca considerazione e rispetto verso la comunità di san patrignano è l’ennesima conferma di quanti ignoranti ci siano al mondo. Vergognatevi ma soprattutto auguratevi di non dover mai ricorrere a questa -colonia penale- per salvare vostro figlio o vostro fratello.

Lascia un commento