il Blog di Fuoriluogo.it

Droghe e Diritti

i numeri drogati e blogolandia…

Grande attenzione sul web alla questione dei controlli sulle strade dello scorso week end, e alla bufala sui numeri che abbiamo affrontato negli ultimi due post di Franco Marcomini I test a tampone e le cifre drogate e E ti pareva. Sul web apre Alessandro Gilioli (Piovono Rane) che anticipando anche Luca Sofri commenta la […]

Grande attenzione sul web alla questione dei controlli sulle strade dello scorso week end, e alla bufala sui numeri che abbiamo affrontato negli ultimi due post di Franco Marcomini I test a tampone e le cifre drogate e E ti pareva.

Sul web apre Alessandro Gilioli (Piovono Rane) che anticipando anche Luca Sofri commenta la classica notizia che non lo era:

…Allora, qualche giorno fa su tutti i quotidiani italiani è uscita l’agghiacciante storia che, dopo una notte di controlli nel veronese, sarebbe emerso che un automobilista su due era o ubriaco o drogato.

La storia la trovate per esempio qui, qui, qui, qui, qui e in moltissimi altri siti.

Del resto anche diverse agenzie l’avevano data così: 80 controllati, 37 positivi all’alcol o alla droga o a entrambi.
Bene, siccome la percentuale in effetti pareva abbastanza alta, qui a L’espresso un bravo collega – prima d’iniziare un’eventuale inchiesta su quanto sono sbronzi i guidatori italiani – si è preso la briga di telefonare a quelli che questi controlli li avevano fatti.

E li ha trovati un po’ innervositi, anzi parecchio. Perché a quanto pare tutti i giornali o quasi avevano scritto una discreta bestialità: i fermati non erano 80, ma 576. Di questi 576, erano 80 quelli che davano segni apparenti di ubriachezza (”destavano sospetti”, nel linguaggio delle forze dell’ordine) e quindi sono stati sottoposti a test. Di questi 80, 37 sono stati trovati positivi.

Quindi: l’uno su due non riguardava affatto i fermati nella loro totalità, ma solo quelli che parlavano con la bocca impastata, guidavano a zig zag o barcollavano invece di camminare.

Un po’ diverso, pare.

Anche perché alla fine i positivi sono stati 37 su 576 fermati, pari al 6,4 per cento.

A raccontare la storia giusta, così com’era avvenuta, pare sia stata solo Alessandra Vaccari su L’Arena di Verona (qui). Standing ovation per la Vaccari, dunque, anche se non so chi sia.

Si accettano scommesse, tuttavia, sul fatto che la notizia rimane e rimarrà, nella coscienza dei più così come nelle infinite discussioni radiofoniche o televisive in merito, quella secondo cui il sabato sera in Italia un automobilista su due o è sbronzo o è fatto. Amen.

Citato anche da Manteblog il post di Gilioli è al centro di una discussione sui blog italiani che potete seguire da Blogabel.

Il vero problema però, anche se molti blogger si divertono a segnalare l’ennesima bufala che inesorabilmente si fa strada fra le redazioni italiante, non è giornalistico. E’ tutto politico: infatti la notizia all’agenzia l’ha dettata un Ufficiale di Governo:

IL BILANCIO, agghiacciante, è stato illustrato ieri dal prefetto veronese Italia Fortunati, che ha coordinato le operazioni

Ed è un bilancio assolutamente funzionale alla linea di Giovanardi, che infatti ha colto al volo l’assist ed è riuscito a dire:

«Risultati straordinari che devono portare, e già lo fanno, a un calo della mortalità sulle strade. La notte scorsa, per via delle pattuglie sul territorio e la pubblicità data all’iniziativa, nel Veronese non si sono verificati incidenti con morti o feriti gravi. Si tratta di un modello che non porta costi aggiuntivi perché è fondato sulla collaborazione. Pertanto, è un modello esportabile».

Si ha proprio detto “per via delle pattuglie sul territorio e la pubblicità data all’iniziativa, nel Veronese non si sono verificati incidenti con morti o feriti gravi”.

Ah, dimenticavamo: provate a dire chi era presente durante i controlli veronesi, pronto a cavalcare la notizia? Ma certo lo zar antidroga all’italiana Giovanni Serpelloni…

Altri commenti qui: Low tumbling, Groucho, Tluc … blog, Making my way (out of this city), Simplicissimus, Vela Blog Mistro, Appunti di lucacicca, Ares. Emergency on planet earth, Quinta’s weblog, fioreblog.

Ven, Settembre 5 2008 » Senza categoria | 1512 visite |

Lascia un commento