CANNABIS BOOKSTORE CANNABIS MEDIA GALLERY 
gennaio - marzo 1999
TELEVISIONE
CINEMA
COMICS

29.3.99 - MILANO - UNA DOMANDA SULLO SPINELLO
Traendo spunto dalle polemiche seguite alle dichiarazioni del sindaco Albertini, il giornalista del Corriere Guido Vergani decide di dire la sua. E ne viene fuori una miscela di pregiudizi "terroristici" da antologia ...
[ Corriere della Sera 29/3/99]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 27.3.99 - SVIZZERA - LUGANO VAL BENE UNA CANNA
Una volta in Svizzera gli italiani andavano per comprare orologi, cioccolata, e sigarette. E nel frattempo facevano il pieno di benzina. Altri tempi. Ora sono in tanti, da Milano e un po' da tutta la Lombardia (ma la voce si sta diffondendo attraverso un sotterraneo tam-tam anche in località più lontane), che passano la frontiera di Chiasso per andare a Lugano a comprare cannabis e i suoi derivati. Si paga in contanti o con carta di credito. Si prende la merce, si ringrazia e si torna a casa.
[ L'Espresso 27/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
27.3.99 - MILANO - IL C.S. LEONCAVALLO OFFRE CALUMET AD ALBERTINI
Le dichiarazioni antiproibizioniste del sindaco Gabriele Albertini coincidono con un appuntamento importante per i fautori della legalizzazione delle droghe leggere: la tre giorni contro il proibizionismo cominciata ieri sera al centro sociale Leoncavallo. L'appuntamento quest'anno è incentrato soprattutto sull'uso terapeutico dei derivati dalla canapa. Dopo l'ultima uscita di Albertini, i leoncavallini gli hanno rivolto un invito-provocazione: "Venga a fumare con noi il calumet della pace...".
[ La Repubblica 27/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 26.3.99 - MILANO - ALBERTINI E BORRELLI ANTIPROIBIZIONISTI
Il sindaco di Milano Gabriele Albertini e il procuratore generale Francesco Saverio Borrelli si scoprono in sintonia su un tema delicato: quello delle droghe leggere e della loro depenalizzazione. Il sindaco l'altro ieri aveva lanciato, "come suggerimento e a titolo personale" l'ipotesi di cambiare in senso più permissivo la legge sul consumo di hashish e marijuana: ed ecco che ieri il magistrato spezza una lancia nella medesima direzione. "È un discorso - dice Borrelli - molto delicato e molto complesso. In linea generale io credo che una normativa sulla droga che sia ferocemente proibizionistica finisca con l'incrementare il fenomeno anziché ridurlo".
[ La Repubblica 26/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
vedi anche Il Messaggero
23.3.99 - GINEVRA - CONFERENZA SULLA RIDUZIONE DEL DANNO
Si è aperta domenica a Ginevra la decima conferenza internazionale sulla riduzione dei danni correlati all'uso di droghe; erano presenti 600 delegati provenienti da oltre 40 nazioni di tutti i continenti. Con questa edizione la conferenza supera definitivamente la propria fase pionieristica e si pone come un evento annuale in grado interloquire con le istituzioni nazionali e internazionali al massimo livello.
[ il manifesto 23/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
[ il manifesto 24/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
[ il manifesto 26/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 23.3.99 - CAGLIARI - SENTENZA DEL CONSIGLIO DI STATO REINTEGRA CARABINIERE "SPINELLATORE"
Fumare hashish non può essere motivo di esonero dal servizio, e neppure di degradazione, dall'Arma dei carabinieri. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato respingendo il ricorso del ministero della Difesa contro una sentenza del tribunale ammministrativo della Sardegna. I fatti risalgono al '91 quando il sottufficiale dei carabinieri venne sorpreso da un collega mentre fumava hashish all'interno della casa penale all'aperto. Dopo la denuncia scattarono i provvedimenti disciplinari contro i quali il sottufficiale ricorse al Tar che gli diede ragione. Dopo l'esame dell'appello presentato dal ministero della Difesa, il Consiglio di Stato ha stabilito che 'se l'assunzione di una droga leggera può giustificare l'eventuale sanzione disciplinare, non può comportare la cessazione dal servizio attivo'. Il sottufficiale è stato quindi reintegrato nel grado e nelle mansioni.
[ Giornale di Sicilia 23/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
21.3.99 - GENOVA - DON GALLO: E' IL TEMPO DELLA SEMINA
Il mezzo toscano in bocca e la piantina di canapa nelle mani, don Andrea Gallo cita la Bibbia al suo pubblico di fedeli domenicali: "Ho studiato le Sacre Scritture ed ho scoperto che Noè, sull'arca, aveva una piantina di cannabis. Credeteci, ragazzi: non è una battuta".
I ragazzi sono i militanti del Centro sociale occupato Terra di Nessuno che ieri pomeriggio, con la benedizione del vecchio prete che guida la Comunità di San Benedetto al Porto, hanno arato duecento metri quadri di terra incolta, seminando un migliaio di piantine.
La provocazione ha per titolo "Noi coltiviamo un sogno: reintrodurre in Italia la coltivazione della canapa". I ragazzi del Centro Sociale si fanno forti di una circolare della Ue (vuole reintrodurre la coltivazione della cannabis sativa, ci sono dei finanziamenti ad hoc) e della confusione che circola in materia. Le piantine messe a dimora ieri - innocue come fragoline di bosco - cresceranno fino ad oltre tre metri di altezza e serviranno come isolante di una sala- prove del Centro sociale.
[ La Repubblica 22/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 21.3.99 - TERMINI IMERESE - COLTIVAVA CANNABIS: ASSOLTO
È stato assolto dalla Corte con la motivazione che 'il fatto non costituisce reato'. Questa la sentenza emessa dai giudici del Tribunale di Termini Imerese nei confronti di G.P., 19 anni, di Collesano. Il giovane era accusato di aver coltivato sei piante di canapa indiana nelle campagne di contrada San Basilio, nel territorio di Campofelice di Roccella.
Adesso, dopo circa otto mesi, nel corso dei quali il giovane è stato sottoposto all'applicazione della misura cautelare dell'obbligo di residenza, G.P. è stato completamente scagionato. 'La Corte - spiega il suo difensore - gli ha riconosciuto l'uso personale degli stupefacenti'.
[ Giornale di Sicilia 21/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo

19.3.99 - PALERMO - DROGHE LEGGERE: BLITZ DELLA GUARDIA DI FINANZA
Pochi giorni fa, Il Giornale di Sicilia ha pubblicato una breve notizia nelle pagine della cronaca palermitana. Era la notizia di un blitz: dopo settimane di indagini e con l'impiego di circa cento uomini della polizia coadiuvati anche da cani poliziotto, si era finalmente fatta piazza pulita in quel tale angolo del centro di Palermo in cui - così si esprimeva il giornale - squatters anarcoidi usavano riunirsi per fumare marijuana. Sei di loro sono stati arrestati, perché trovati in possesso di alcuni grammi di quell'erba vietata.
Vi proponiamo l'articolo "incriminato" e un commento sulla vicenda apparso qualche giorno dopo sul manifesto
[ Giornale di Sicilia 10/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
[ il manifesto 19/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 17.3.99 - WASHINGTON - COMMISSIONE DI ESPERTI: SI ALLA MARIJUANA TERAPEUTICA
Riduce l'ansia, attenua il dolore acuto, toglie la nausea da chemioterapia, combatte la perdita di peso associata all'Aids, riduce i sintomi della sclerosi multipla. E' la marijuana, droga secondo l'opinione corrente, farmaco sottoutilizzato secondo undici scienziati dell'Istituto di medicina della National Academy of Sciences di Washington, che hanno presentato mercoledì i risultati di uno studio sull'argomento. Secondo la ricerca, il principio attivo della canapa indiana (il thc) deve essere utilizzato in ambito medico sui pazienti che non hanno risposto ad altri trattamenti. Il problema è la modalità di somministrazione. Il fumo fa male più delle sigarette - ricordano i ricercatori -: danneggia i polmoni, provoca il cancro e dà complicazioni in gravidanza. Meglio allora assumere il principio attivo in altre forme. Esiste già un prodotto in pillole, il "Marinol", autorizzato dalla Food and drugs administration nel 1985, ma i pazienti si lamentano: troppo caro rispetto alla marijuana e troppo lento ad agire rispetto al fumo. Gli effetti migliori si avrebbero con gli inalatori oggi impiegati dai malati di asma, che permetterebbero l'immediato assorbimento delle sostanze attive senza gli effetti novici del fumo.
[ La Stampa 18.3.99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
vedi anche Washington Post, El Pais
13.3.99 - OTTAWA - MARIJUANA TERAPEUTICA: VIA LIBERA DEL CANADA
Il governo canadese ha detto sì alla sperimentazione per verificare gli effetti terapeutici della marijuana. L' annuncio a sorpresa èdel ministro della Sanità Allan Rock Il governo cercherà di stabilire con la sperimentazione le potenzialità dell'uso della marijuana come analgesico per pazienti cronici o terminali.
[ La Repubblica 13.3.99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 7.3.99 - SALERNO - AZIONE ESEMPLARE: AMMANETTATO IN CLASSE.
Duecento grammi, troppi per il consumo personale e, insomma, quanto basta per pensare che dovesse essere venduto ai compagni di scuola. Così uno studente di vent' anni, incensurato, è stato arrestato venerdì in classe durante l'ora di lezione, ammanettato come neppure un latitante, e accompagnato in carcere a Fuorni. Accusa, detenzione e spaccio. L'azione fin troppo scenografica ha suscitato perplessità e sconcerto tra studenti e professori. Ma il tenente che l'ha portata a termine - 22 anni, due più dell'arrestato - si difende così: "La droga è sempre droga. Doveva essere un'azione esemplare".
[ La Repubblica 7/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
5.3.99 - ROMA - DEPENALIZZAZIONE: LE PROPOSTE DEL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA
Dopo lo stralcio dalla legge sulla depenalizzazione dei reati minori, ecco i punti principali della proposta di legge, del ministro Diliberto, di depenalizzazione delle droghe leggere.
Il testo dovrebbe andare in aula entro la fine del mese. Poi, naturalmente, occorre capire come verrà accolto dal parlamento, non proprio disponibile a trattare la materia. "E' vero, il clima è quello che conosciamo benissimo - dice il sottosegretario alla giustizia Corleone - ma è importante dare un segnale e avviare il dibattito. E la data di marzo, in cui si compiono i due anni dalla conferenza governativa di Napoli, è oltre che simbolica, anche opportuna".
[ il manifesto 5/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 4.5.99 - BOLOGNA - IN SOSTANZA: USCIRE DALLA DROGA RACCONTANDOLA
Un esperimento pensato, scritto, disegnato da 7 tossicodipendenti decisi a uscire dal ghetto, informando "dal di dentro" sui problemi legati all'uso di droghe. In sostanza, il bimestrale bolognese venduto, al prezzo d'un caffé, per strada e nei luoghi del disagio, compie un anno di vita. Dopo una sospensione delle pubblicazioni, dovuta a difficoltà economiche, riappare con un nuovo numero che "porta avanti" la battaglia contro il ritiro di patente e passaporto a chi fuma una canna e contro l'emendamento che 6 mesi fa ha abrogato parte della legge 309/93, limitando assai l'uso del metadone nei servizi. La rubrica "Se ti fai, fatti bene", fra il serio e il faceto, spiega come rollare al meglio le canne, mentre "Stadio letale" racconta il rapporto fra ultras e droghe. Un articolo di Roberto Nardini, direttore sanitario di Sert, critica invece i servizi dell'Emilia Romagna.
[ il manifesto 4/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
4.3.99 - ROMA - DEPENALIZZAZIONE: DIVISA LA MAGGIORANZA DI GOVERNO
S i spacca la maggioranza di governo. Cossuttiani, verdi e sinistra Ds votano contro lo stralcio, proposto dai popolari, di quegli articoli del disegno di legge sulla depenalizzazione dei reati minori che riguardano il consumo delle droghe leggere, stralcio passato con il voto del Polo.
Questione archiviata? Niente affatto. Il ministero della giustizia proporrà - annuncia il sottosegretario Franco Corleone - un testo di legge per la depenalizzazione delle droghe leggere che recepisca i risultati della conferenza di Napoli. Un testo, che si attende ormai da più di due anni e su cui il ministero di giustizia sta lavorando da tempo, sulla depenalizzazione del consumo di gruppo, della coltivazione domestica, della detenzione per uso personale.
La ferita, comunque, resta. I Verdi, in segno di protesta, stanno organizzando, nel salone del gruppo al Senato, una "giornata di libero consumo", per "convincere i senatori che l'erba non fa male".
[ il manifesto 4/3/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
vedi anche Corriere della Sera, Il Messaggero, La Repubblica, Il Sole 24 ore, La Stampa
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 25.2.99 - MAURITIUS - RIVOLTA PER LA MORTE DI UN CANTANTE REGGAE
La sospetta morte in carcere di un noto cantante reggae "kaya" arrestato nel corso di una manifestazione per la liberalizzazione della vendita di marijuana ha fatto esplodere la tranquilla isola del'oceano indiano. I morti sarebbero almeno cinque tra cui anche un altro noto cantante "Agathe". I poliziotti feriti almeno trenta e il presidente dell'isola, Cassam Uteem, ha minacciato di proclamare lo stato di emergenza. I negozi, le scuole e gli uffici sono chiusi in segno di protesta e una grande folla ha partecipato ieri ai funerali del cantante morto in carcere. "Kaya" era stato arrestato giovedì scorso ad un rally per la depenalizzazione delle droghe leggere nel corso del quale aveva fumato una sigaretta di marijuana. Tre giorni dopo, domenica sera, la famiglia è stata avvertita della sua morte. I suoi seguaci sostengono che il cantante sarebbe morto per le violenze subite. Ieri gravi incidenti sono stati segnalati anche nell'interno dell'isola a Curepipe. All'origine degli scontri il malumore della comunità creola (i discendenti degli schiavi africani) contro le forse di polizia accusate di un atteggiamento discriminatorio nei loro confronti.
[ il manifesto 25/2/99 ]
25.2.99 - MARIJUANA: L'ONU CHIEDE RICERCHE SULL'USO TERAPEUTICO
Con il rapporto annuale della Commissione per il controllo internazionale della droga l'Onu ha chiesto di porre fine alle sterili polemiche sulle applicazioni a scopo medicinale della marijuana, lasciando spazio a ricerche scientifiche imparziali e approfondite per appurare se e in quale misura la sostanza può apportare benefici ai sofferenti di certe patologie. Il rapporto evita accuratamente di pronunciarsi a favore o contro la legalizzazione della marijuana, ma auspica che gli istituti pubblici e privati si applichino seriamente per accertare la verità o meno dei benefici medici.
[ il manifesto 25/2/99 ]
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 25.2.99 - GENOVA - UN PRETE SCOMODO SULLE VIE DELLA DROGA
Don Andrea Gallo, prete scomodo da più di trent'anni (l'arcivescovo Siri tentò di esiliarlo alla Capraia) conferma, con il libro L'inganno droga , la sua vocazione anticonformista.
[ La Stampa 25/2/99]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
22.2.99 - ROMA - CANAPA INDIANA INFORMATICA
Alcune aziende del mondo dei computer e di internet sembrano coltivare una passione per la marijuana. Un'azienda taiwanese propone una publicità in due pagine: nella prima è raffigurata una pianta di canapa indiana con la dizione "stupefacente leggero". Nella seconda c'è un PC portatile e lo slogan "leggero, stupefacente". Altra iniziativa in tema quella del motore di ricerca Excite, che propone ai suoi visitatori un sondaggio sulla legalizzazione dell'uso terapeutico della cannabis.
[ Punto informatico 22/2/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 17.2.99 - GENOVA - PRATICHIAMO L'ANTIPROIBIZIONISMO
Sarà durante la "festa della semina" che i ragazzi del centro sociale genovese Terra di Nessuno sistemeranno semi di cannabis sativa sull'ettaro di terreno che circonda la costruzione del Lagaccio. Nel frattempo, tutti i giorni, nei locali dello stesso centro sociale, avverrà la degustazione (a pagamento) del "magic tea", il the all'erba. Sono soltanto due delle iniziative messe a calendario nell'iniziativa "Pratichiamo l'antiproibizionismo" promossa dal Terra di Nessuno e dalla comunità di San Benedetto al porto, la storica comunità di don Andrea Gallo.
[ il manifesto 17/2/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
16.2.99 - ROMA - SPINELLI IN VATICANO
Il caso di Cedric Tornay, la guardia svizzera che nello scorso maggio uccise il comandante Alois Estermann e sua moglie, per poi suicidarsi, torna a far parlare di sè. Gli esami tossicologici hanno individuato la presenza di cannabis nelle sue urine. I giornali si tirano fuori un'improbabile ipotesi di follia omicida provocata dalla cannabis. E nessuno sottolinea il dato più interessante della faccenda: che le canne se le fanno anche in Vaticano.
[ il manifesto 16/2/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 11.2.99 - ROMA - IL SENATO APPROVA IL FONDO ANTIDROGA
E' stato approvato definitivamente in sede legislativa dalla commissione sanità del senato il Fondo nazionale per la lotta alla droga. Tanto tempo e tanti balletti politici, per ottenere un peggioramento e non di poco conto dell'attuale situazione. Il testo approvato prevede, infatti, che non vengano finanziati progetti con il metadone non gestiti direttamente dal servizio pubblico e che il metadone stesso venga somministrato solo a chi non fa uso di eroina. Ciliegina sulla torta, il divieto di sperimentare l'eroina terapeutica. In altre parole, la riduzione del danno, pur assunta dal governo nella conferenza di Napoli di due anni fa, va a farsi benedire.
[ il manifesto 11/2/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
5/6.2.99 - VENEZIA - CONVEGNO SULLA RIDUZIONE DEL DANNO IN EUROPA
Venerdì 5 e sabato 6 febbraio a Venezia, il Forum droghe ha organizzato un convegno sul tema "L'Europa della riduzione del danno" in cui sono chiamati al confronto i rappresentanti delle politiche sociali di Olanda, Germania, Italia e Svizzera.
Vi proponiamo una rassegna degli articoli dedicati all'evento:

Il settimanale ecologista Erba, in edicola ogni venerdì, nel numero del 5.2.99 dedica al convegno un articolo di Grazia Zuffa dal titolo "L'Europa riduce i danni".

[ Erba 5/2/99 ]

L'EUROPA VA OLTRE
Presentazione del convegno
[ il manifesto 4/2/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo

SI MUOVONO LE CITTA', I GOVERNI NO.
I lavori della prima giornata si incentrano sulle esperienze delle diverse città europee in tema di riduzione del danno.
[ il manifesto 6/2/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo

GIANFRANCO BETTIN: "EPPURE CI SONO BUONE ESPERIENZE ANCHE DA NOI"
Intervista al prosindaco di Venezia
[ il manifesto 6/2/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo

LIVIA TURCO DICE NO ALLA SOMMINISTRAZIONE CONTROLLATA DI EROINA
Le politiche di recupero di Germania, Olanda e Svizzera non convincono il ministro, che a Venezia non cambia idea. «La distribuzione controllata dell'eroina in Italia per ora non si farà. C'è stato un lungo dibattito e il Parlamento è arrivato a questa conclusione. Noi dobbiamo rispettare tale orientamento».
[ Corriere della sera 7/2/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo

DILIBERTO: S'INCRINA IL TABU' REPRESSIVO
In conclusione dei lavori, il ministro italiano di grazia e giustizia Oliviero Diliberto ha inviato un messaggio nel quale ha sottolineato come "la risposta dello Stato ma più in generale di un'intera società non può essere quella puramente repressiva e proibizionista".
[ il manifesto 7/2/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo

Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 4.2.99 - ITALIA - CANNABIS E DINTORNI
Nell'ambito di un servizio sui rimedi contro il dolore, il settimanale L'Espresso propone una scheda sul potenziale uso terapeutico dei derivati della cannabis.
[ L'Espresso 4/2/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
1.2.99 - BONN - EROINA DI STATO NELLE CITTA' TEDESCHE
Droga di Stato in Germania: la somministrazione controllata di eroina a tossicodipendenti probabilmente sarà autorizzata in varie città tedesche alla fine del '99. Lo ha previsto il sindaco di Amburgo Ortwin Runde dicendosi fiducioso che la richiesta di autorizzazione per ilprogetto-pilota sia approvato dall'istituto federale per i medicinali. L' "eroina di Stato", secondo i promotori dovrebbe avvicinare e possibilmente recuperare alla società tossicodipendenti con cui altrimenti le autorità non riuscirebbero ad avere contatti.
[ La Repubblica 1/2/99 ]
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 1.2.98 - LONDRA - DEPUTATO CONSERVATORE 'BECCATO' CON MARIJUANA
Imbarazzo nella destra inglese: un eurodeputato conservatore di spicco, Tim Spencer, è stato fermato all'aeroporto di Heathrow mentre rientrava dalla Francia con due 'spinelli', una videocassetta "hardcore" e un pacco di riviste porno-gay. "Ho fatto una grossa stupidaggine, ma in politica non sono mai stato disonesto. Sono bisessuale e mia moglie e le mie tre figlie lo hanno sempre saputo. Mi sono sempre battuto per la liberalizzazione delle droghe leggere".
[ La Stampa 1/2/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
19.1.99 - SIVIGLIA - PROGETTO PILOTA SULLA SOMMINISTRAZIONE CONTROLLATA DI EROINA
La Giunta dell' Andalusía ha ottenuto dal Ministero della Sanità che l'eroina sia classificata come "prodotto in fase di investigazione" per il suo possibile uso come farmaco. Ciò apre le porte ad un progetto pilota, il primo in Spagna, per la somministrazione di eroina, sotto supervisione medica, a un totale di 150 tossicodipendenti in cui i trattamenti tradizionali si erano conclusi con insuccesso.
[ El Pais 19/1/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 16.1.99 - ITALIA - I DANNI DELL'ALCOL: ECHI DEL RAPPORTO FRANCESE
L'alcol è una droga. Pericolosa quanto - e forse più - dell'eroina.
Lo ha recentemente stabilito, suscitando polemiche, una Commissione interministeriale del governo francese, portando cifre allarmanti a sostegno di questa tesi.
Le cifre di casa nostra non si discostano molto da quelle transalpine: secondo gli ultimi dati dell'Osservatorio sui Giovani e l'alcol gli alcoldipendenti italiani sono tra i 400.000 e il mezzo milione, mentre le morti per abuso di alcol toccano le 20.000 unità l'anno.
[ Galileo 16/1/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
13.1.99 - PALO ALTO (USA) - MOTORI DI RICERCA: DAVIDE CONTRO GOLIA
Si chiama Yahooka l'uomo nero dei creatori di Yahoo!, uno dei più popolari motori di ricerca di tutto il mondo. Yahooka è uno spazio dedicato ad informazioni di vario genere sulla marijuana. Con una lettera scritta dai legali di Yahoo!, il management del potente motore di ricerca, ingiunge la consegna dei domini yahooka.com e yahooka.net entro oggi. In caso contrario Yahoo! adirà le vie legali per costringere alla chiusura il dominio che "potrebbe indurre in errore gli utenti della rete. Il vostro uso di variazioni del nostro trademark e dominio potrebbe indurre gli utenti a ritenere che il vostro sito sia connesso al nostro, da noi sponsorizzato o in qualche modo approvato. Da qui la violazione in corso di numerose leggi federali". La reazione di Yahooka non si è fatta attendere. In una lettera postata sulla rete, i gestori del sito finito nel mirino di Yahoo! scrivono "Yahooka è un indice di informazioni e siti sulla marijuana. Pensiamo di essere stati attaccati ingiustamente da Yahoo!. Loro stessi nei loro indici segnalano siti che ironizzano su Yahoo! e ci sono molti altri nomi di dominio registrati che contengono la parola Yahoo. Hanno anche una categoria marijuana nel loro indice che presenta un link a Yahooka".
[ Punto Informatico 13/1/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 12.1.99 - U.S.A. - LOTTA ALLA DROGA:IL PROIBIZIONISMO È RAZZISTA
Negli Stati Uniti la politica proibizionista ha portato a un aumento delle malattie sociali legate all'uso di droghe. Soprattutto tra la popolazione afroamericana. E' quanto emerge da una ricerca condotta dall'epidemiologo ed esperto in medicina sociale Ernest Drucker pubblicata sul Public Health Reports.
[ Galileo 12/1/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
9.1.99 - BONN - IL GOVERNO PROVA LA DISTRIBUZIONE CONTROLLATA DELL'EROINA
Conto alla rovescia per l'eroina di Stato in Germania: il governo tedesco intende avviare quanto prima il controverso progetto-pilota per la distribuzione sotto controllo medico di eroina ai tossicodipendenti, seguendo l' esempio svizzero: lo ha detto ieri a Francoforte il ministro della Sanità, l'ecologista Andrea Fischer.
[ La Repubblica 9/1/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
vedi anche il manifesto
Vai a inizio pagina
Vai a inizio pagina 9.1.99 - PARIGI - ALCOL E TABACCO LE DROGHE PIU' PERICOLOSE
Il rapporto messo a punto dalla commissione interministeriale di lotta alla droga, e consegnato al primo ministro francese Lionel Jospin, è destinato a far discutere. Non solo per la rivoluzione che impone nelle ideologie consolidate in Francia sulle droghe, ma anche e forse soprattutto perché va a toccare interessi potenti e protetti. Infatti, nel rapporto che è all'attenzione del premier francese dalla metà di ottobre ma che solo ieri il quotidiano Le Monde ha reso noto nei particolari, si dicono molte e importanti cose, ma soprattutto si dice che alcol e tabacco vanno considerate droghe a tutti gli effetti.Secondo il rapporto messo a punto dalla commissione la classificazione delle droghe, che prelude ad una radicale modifica della legge, dovrebbe essere, in base alla loro pericolosità la seguente: al gruppo delle droghe cosiddette "pesanti" dovrebbero appartenere eroina, cocaina, oppiacei e alcol; al secondo gruppo, le amfetamine, le benzodiazepine (farmaci ansiolitici e ipnotici), il tabacco e gli allucinogeni; al terzo gruppo, infine, i derivati della cannabis. Un approccio analogo alla classificazione era stato adottato, nel 1994, dal Comitato nazionale di etica per le scienze della vita e della salute che aveva ritenuto che la distinzione tra droghe lecite e illecite "non riposa su alcuna base scientifica coerente".
[ il manifesto 9/1/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
vedi anche La Repubblica
5.1.99 - ROMA - FUORILUOGO SOSPENDE L'ATTIVITA' EDITORIALE
Con il numero di gennaio Fuoriluogo sospende le pubblicazioni, almeno nella formula attuale, di inserto mensile di otto pagine de il manifesto.
Nato per produrre comunicazione fra soggetti ed esperienze sui temi delle droghe e dei diritti, Fuoriluogo è stato in questi anni un piccolo laboratorio di cultura politica che ha posto al centro del dibattito il tema delle libertà.
La redazione del mensile si concede una pausa di riflessione in attesa di definire la futura veste editoriale. Non è un addio ma un arrivederci.
[ il manifesto 5/1/99 ]     clicca qui per il testo integrale dell'articolo
Vai a inizio pagina